Cura dell'orchidea phalaenopsis schilleriana

L'orchidea e le sue cure necessarie phalaenopsis schilleriana

Le orchidee sono piante molto apprezzate dagli amanti del giardinaggio, ma sappiamo già che possono essere un po' delicate da curare. Tuttavia, non tutte le varietà sono uguali. IL Phalaenopsis schilleriana È un po' più resistente e può essere una buona scelta per chi vuole iniziare a prendersi cura di questa varietà di piante.

Conosciuta anche come orchidea farfalla, alevilla o orchidea della bocca, per i suoi fiori dall'aspetto esotico. Se ti piace e vuoi averlo a casa o in ufficio per allietare la tua giornata, presta attenzione alle sue caratteristiche e alle cure di cui necessita.

L'origine e le principali caratteristiche della phalaenopsis schilleriana

Da dove viene la bellissima orchidea phalaenopsis schilleriana?

Esistono molte specie della famiglia delle Orchidaceae, ma l'orchidea farfalla è una delle più apprezzate. Ha il suo origine nelle Filippine e in alcune regioni dell’Australia, dove può crescere in zone umide e montane.

Dal momento che è un file varietà epifita, non necessita di essere ancorato a terra. Le radici utilizzano altri alberi o piante per aggrapparsi a loro e crescere da lì, ma senza ottenere i nutrienti dalla pianta che funge da “base”. Ciò causa il loro le radici sono particolarmente forti e che hanno la capacità di effettuare la fotosintesi. Infatti, se controlli le sue radici, noterai che sono verdi, cosa non comune in altre piante.

Per quanto riguarda l'aspetto generale della pianta possiamo evidenziare:

  • Fogli. Questa orchidea ha foglie spesse, carnose, verde scuro. Crescono in una zona vicina alle radici, ma non sono molto numerosi. Per quanto riguarda le dimensioni, possono raggiungere i 50 cm di lunghezza e la larghezza è di circa 10 cm.
  • Fiori. Senza dubbio, la cosa più spettacolare della phalaenopsis schilleriana sono i suoi fiori. Ogni fiore è composto da diversi petali e sepali, con un labbro centrale che ricorda una piccola sacca, e che è il punto focale del fiore, poiché solitamente ha un colore contrastante con il resto.
  • Abitudine alla crescita. Si tratta di una pianta monopodiale, il che implica che cresce verticalmente da un unico punto. Dalla base dove si trovano le foglie si sviluppa un lungo stelo che spesso necessita di essere picchettato affinché possa rimanere eretto.
  • Taglia. Questa orchidea ha dimensioni molto contenute, solitamente non supera i 30-45 cm di lunghezza, il che la rende ideale per la coltivazione in vaso e indoor.

Cura di base della phalaenopsis schilleriana

Che cure devi dare alla phalaenopsis schilleriana affinché fiorisca nel tuo vaso?

Questa non è una varietà che dobbiamo piantare in profondità nel substrato come facciamo con le altre piante, e questo ce la fa la tua cura è un po' diversa a cui siamo abituati a donare alle altre specie vegetali che abbiamo in casa.

Luce e posizione

L'orchidea farfalla preferisce un luogo dove ricevere diverse ore di luce intensa, ma non diretta, ogni giorno. Il comportamento della pianta ti dirà se sta ricevendo la luce necessaria. Se vedi che le foglie cominciano a mostrare danni, è perché i raggi del sole le raggiungono con un'elevata incidenza.

Una buona posizione per una phalaenopsis schilleriana in vaso è vicino a una finestra rivolta a est o a ovest meglio se la luce viene filtrata attraverso una tenda.

Temperatura

A causa della sua origine, avrai già capito che si tratta di una pianta che gli piacciono le temperature calde. Cresce bene in luoghi dove l'escursione termica è compresa tra 18º e 27ºC. Di notte, è raccomandato Non lasciare la pentola in un luogo la cui temperatura scenda sotto i 16ºC.

Si tratta di una varietà che non sopporta affatto il freddo, per questo è importante proteggerla bene.

Ciò che richiede è un po' umidità. Per fornirlo, puoi posizionare nelle vicinanze un vassoio con alcuni sassolini e un po' d'acqua. Man mano che l'acqua evapora, fornirà alla pianta l'umidità di cui ha bisogno.

Annaffiare la Phalaenopsis schilleriana

L'irrigazione delle orchidee deve essere particolarmente delicata. Devi fornire acqua con moderazione, lasciando asciugare leggermente il substrato tra un'annaffiatura e l'altra. In pratica, ciò significa, nella maggior parte dei casi, acqua una volta alla settimana.

L'essenziale è che il vaso abbia dei fori di drenaggio, per garantire che le radici non si ristagnino d'acqua.

Substrato e compost

Queste piante richiedono a terreno di semina molto leggero con eccezionale capacità di drenaggio. La cosa più semplice in questo caso è acquistare un substrato specifico per orchidee, che abbia buone doti di drenaggio e aerazione.

Durante la stagione di crescita attiva, che va dalla primavera all'autunno, si consiglia di aggiungere un po' di fertilizzante alla pianta. Puoi farlo attraverso a fertilizzante specifico e applicato sempre secondo le istruzioni del produttore.

Potatura di questa orchidea

Uno dei vantaggi della phalaenopsis schilleriana è questo non necessita di potatura. Fiori e foglie appassiti cadono naturalmente, ed è bene lasciarli esattamente dove sono caduti, perché in questo modo forniscono nutrimento alle radici.

Trapiantare questa varietà

Impara come trapiantare i figli di una phalaenopsis schilleriana

La Phalaenopsis schilleriana richiede un contenitore in cui le sue radici sono più o meno compattate, quindi il vaso non dovrebbe essere molto più grande del diametro delle radici.

Inoltre in questi casi solitamente si sceglie di vasi di plastica trasparente, poiché in questo modo le radici possono ricevere luce e svolgere la fotosintesi, aiutando la pianta a crescere più forte e più sana.

Dovresti avvicinarti solo al trapianto durante la stagione di riposo vegetativo, cioè durante i mesi invernali. Cercate di non comprimere troppo le radici, lasciate che la pianta si adatti al nuovo ambiente nel modo più naturale possibile.

Dopo aver cambiato il vaso, controllare attentamente l'irrigazione per non esagerare, non applicare fertilizzanti per alcune settimane, e cercare di proteggere la pianta da luci molto intense.

Con la cura adeguata e tanto amore da parte tua, la phalaenopsis schilleriana avrà un aspetto spettacolare. Hai il coraggio di provarci adesso?


Le Phalaenopsis sono orchidee che fioriscono in primavera
Sei interessato a:
Caratteristiche, coltivazione e cura delle orchidee

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.