I migliori agenti radicanti fatti in casa per le tue talee

I rooters fatti in casa sono utili per le talee

Se sei uno di quelli che si diverte a moltiplicare le tue piante utilizzando talee, sicuramente più di una volta hai voluto sapere se esiste un prodotto artigianale che ti permette di ottenere piante molto più velocemente. Sebbene nei vivai vendano ormoni radicanti, sia in polvere che liquidi, la verità è che non è necessario acquistarli se hai quello che ti dirò dopo a casa.

Sono sicuro che non dovrai uscire di casa per cercarli, in quanto sono prodotti che vengono utilizzati quotidianamente (o quasi). Ecco la nostra lista dei migliori rooters fatti in casa per talee.

Agenti per il radicamento del mercato

Nel mercato Ci sono vari prodotti commerciali sia di origine chimica che ormonale. I primi che hanno un'origine chimica sono noti come fitoregolatori. Sono quelli che, secondo le dosi, Possono avere diverse modalità di applicazione e possono produrre diversi effetti sulle piante. come nel caso dell'ANA (acido 1-nafilacetico). Questo tipo di fitoregolatori può essere utilizzato ad esempio per sfoltire i frutti del melo, oltre che per indurre la fioritura nel caso dell'ananas.

L'altro gruppo che abbiamo gli ormoni che vengono utilizzati principalmente per potenziare e generare le radici. Raggiungono questo grazie al fatto che hanno materiali attivi come acido alginico, amminoacidi, mannitolo, tra gli altri. A questi prodotti si aggiungono fertilizzanti sia macro che micronutrienti e sempre in dosi molto ridotte. È difficile selezionare quali sono i migliori rooter sul mercato, quindi può essere interessante anche fare rooters fatti in casa. Il successo di un agente radicante deriva dal metodo di utilizzo, dose, momento in cui si utilizza il fieno, specie su cui viene applicato, ecc.

La cosa più normale è che la formulazione degli agenti radicanti in commercio sia liquida e si applicano immergendo la base delle talee o in polvere. In questo caso, viene applicato imbrattando l'area di taglio del taglio con questa formula.

Preparare agenti per il radicamento fatti in casa

Data la differenza rispetto agli agenti radicanti presenti sul mercato, possiamo realizzare i nostri radicanti casalinghi totalmente naturali. Abbiamo diverse fonti di partenza. Indipendentemente dal materiale attivo con cui iniziamo, l'agente radicante fatto in casa può essere utilizzato nel nostro orto biologico. È necessario cercare alcune fonti che fungano da reazione per stimolare l'emissione delle radici. Questi materiali sono più attivi e favoriscono la crescita delle radici, aumentandone lo sviluppo sia in lunghezza che in numero. Per questo motivo possiamo applicare gli agenti radicanti fatti in casa quando andremo a piantare le talee, sia di tipo ceppo che erbacee.

Vedremo quali sono le diverse tipologie di rooter casalinghe più utilizzate e le loro caratteristiche principali:

Caffè

Il caffè finisce per svegliarci la mattina, ma può anche aiutare le talee a far crescere le radici. Ed è che ha ingredienti attivi che possono stimolare la crescita delle radici. Per questo, devi fare quanto segue:

  1. Per prima cosa, devi portare a ebollizione i chicchi di caffè (o caffè macinato). Più o meno, devi usare circa 60 grammi di caffè per mezzo litro d'acqua.
  2. Successivamente, tutto è ben teso per rimuovere i resti.
  3. Infine, la base del taglio viene spruzzata con il liquido risultante.

Cannella

La cannella è un buon agente di radicazione

Se abbiamo la cannella in casa, abbiamo un agente di radicazione che è molto facile e veloce da preparare. L'estratto di cannella è un buon stimolatore delle radici, facendole crescere in modo efficiente. In effetti, solo devi seguire questo passo dopo passo:

  1. Innanzitutto, 3 cucchiai di cannella vengono aggiunti in 1 litro d'acqua.
  2. Successivamente si lascia riposare per una notte.
  3. Infine, filtra e voilà!

Il mercato d'uso è lo stesso del precedente. I gambi delle talee devono essere lasciati sommersi per qualche minuto prima di essere piantati. In questo modo, otteniamo che le radici possano crescere in numero maggiore e con maggiore lunghezza.

lenticchie

Sono molti i semi che, durante la loro germinazione, rilasciano una grande quantità di ormoni. La maggior parte di questi ormoni ha lo scopo di stimolare e potenziare lo sviluppo delle radici. Il caso delle lenticchie è qualcosa di speciale. Sembra essere ricco di questi ormoni che stimolano lo sviluppo delle radici. Le lenticchie sono legumi che, oltre ad essere utilizzati per preparare deliziosi piatti, sono uno degli ingredienti di radice casalinghi più conosciuti. Per usarli come tali dobbiamo fare quanto segue:

  1. Per prima cosa, vengono messi in una casseruola con acqua per cinque ore.
  2. Poi sbattete tutto, le lenticchie con l'acqua.
  3. Quindi, viene filtrato e il liquido risultante viene versato in uno spruzzatore.
  4. Infine, viene spruzzato alla base del taglio, che è dove usciranno le radici.
agente radicante fatto in casa con lenticchie
Articolo correlato:
Come preparare un agente di radicazione fatto in casa con le lenticchie

Salsa

Grazie al salice possiamo preparare una potente ricetta per radicare gli ormoni a base di acido salicilico. Il salice è un albero dal quale, oltre ad ottenere l'aspirina, può essere utilizzato anche come agente radicante. Per questo, devi seguire questo passo dopo passo:

  1. Innanzitutto, vengono tagliati alcuni rami.
  2. Successivamente, vengono lavati e posti in un contenitore d'acqua per circa un mese.
  3. Trascorso questo tempo si eliminano i rami e si lascia l'acqua in frigo. I rami vengono posti in una casseruola con acqua nuova e fatti bollire per qualche minuto.
  4. Infine aspettate che si raffreddi e aggiungete l'acqua rimasta in frigo.

Tutte queste radici naturali fatte in casa possono essere utilizzate per migliorare la fase di radicazione delle nostre talee. A parte quello, può essere utilizzato e funziona molto bene se lo aggiungiamo all'acqua di irrigazione su piante appena piantate.

Le lenticchie stimolano la crescita delle radici

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sui vari agenti di rooting fatti in casa e sulle loro caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Miriam suddetto

    Fantastico .. molto utile e semplice da fare. Grazie

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Grazie a te, Miriam. Siamo contenti che l'articolo ti sia stato utile 🙂

      1.    danys suddetto

        Contenuti molto buoni. Grazie per l'informazione, mi è molto utile.

        1.    Monica Sanchez suddetto

          Siamo felici di leggere che dici che 🙂

          Saluti!

        2.    Mirta suddetto

          Ho piantato una rosa rampicante tagliandola senza foglie e il gambo è ancora verde. Non conoscendo questa tecnica, posso annaffiarla?

          1.    Monica Sanchez suddetto

            Ciao Mirta.
            Se il terreno è asciutto, ovviamente puoi annaffiarlo 🙂
            Saluti!


  2.   Diego suddetto

    Viene utilizzato un metodo alla volta o può essere fatto insieme per accelerare l'argomento?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Diego.
      È meglio usare un metodo alla volta. Ad ogni modo, forse - non posso dirtelo con certezza perché non l'ho provato ehee - è più veloce con gli ormoni radicanti, rispetto a quelli venduti negli asili nido.
      Saluti e grazie per il commento.

    2.    Jaime Suarez suddetto

      L'ho adorato, amo le piante e la natura di cui Dio ci ha dato di cui prenderci cura. Sapevo solo della lenticchia. Spero di saperne di più sul tuo canale.

  3.   Susi suddetto

    Ciao. Molto semplice e facile da fare - Grazie mille

  4.   Maria Laura suddetto

    Molto interessante, vorrei sapere come si fanno i bonsai. Grazie

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Maria Laura.

      Siamo lieti che sia stato di tuo interesse.
      qui ti spieghiamo come realizzare un bonsai.

      Saluti!

  5.   Silvia suddetto

    Molto buono, economico e super facile ... Grazie.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Grazie a te per averci letto 🙂

  6.   Jose suddetto

    Grazie mille per questi suggerimenti, nella mia vita avrei pensato che cose del genere potessero essere utilizzate per tali scopi.
    Grazie.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Grazie a te, José, per il commento. Saluti!

  7.   Araceli suddetto

    Mi sono piaciute molto le informazioni, grazie

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Fantastico, grazie mille Araceli. Siamo contenti che ti sia piaciuto. Saluti!

  8.   Adri suddetto

    Ciao, ho adorato le opzioni !!! Vorrei provarli questo fine settimana, ma prima vorrei chiederti come procedere. Devo riprodurre un bastoncino d'acqua, capisco che devo spruzzare con la radicazione ma quanto devo aspettare per metterlo nel terreno e poi annaffiarlo? o dovrei seppellirlo e annaffiarlo direttamente con l'agente radicante? Grazie!!

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Adri.
      Sì, prima lo spruzzi con l'agente radicante e subito dopo lo pianta in una pentola con terra 🙂

      Ci piace che ti siano piaciute queste opzioni. Grazie per il commento.

      Saluti!