Cavolfiore: tutto su questa pianta

Tutto quello che devi sapere sul cavolfiore

Il cavolfiore è un ortaggio appartenenti alle varietà della specie Brassica oleracea e si riproduce dai semi.

Il cavolfiore è una pianta che si presenta durante tutto l'anno, comunque la migliore tempo di produzione per questo ortaggio Si trova tra i mesi di settembre e gennaio nei paesi dell'emisfero settentrionale, ma si può seminare tutto l'anno.

Caratteristiche del cavolfiore

Caratteristiche del cavolfiore

Il cavolfiore ha un alto contenuto di componenti fitochimici, come elementi che contengono zolfo, in particolare dimetilsolfuro e trimetilsolfuro, che espellono un odore abbastanza forte durante la cottura.

Questa è una varietà che è imparentata con i broccoli e il suo aspetto è abbastanza simile a questa, a parte che è una pianta che consiste in una testa bianca che riceve il nome di pasta o anche pella, che rappresenta l'unica parte che gli esseri umani possono consumare ed è circondato da foglie verdi piuttosto spesse.

Cavolfiore può misurare circa 30 cm di diametro e il suo peso si aggira intorno ai 2 kg.

Il colore della parte edibile è solitamente bianco con sfumature di giallo, verde oppure può essere anche viola a seconda della varietà che si coltiva e il suo sapore è abbastanza delicato, potendo avere un gusto leggermente dolce.

Tra i suoi componenti principali c'è l'acqua, essendo questo un alimento che ha a basso contenuto calorico, qualcosa che è dovuto al fatto che il suo contenuto di carboidrati, proteine ​​e grassi è piuttosto basso. Tuttavia, questo ortaggio è considerato un'importante fonte di fibra alimentare, vitamina B6, acido folico, vitamina B5, nonché piccole porzioni di altre vitamine che appartengono al gruppo della vitamina B e anche minerali.

Ha un ottimo contenuto di proprietà diuretiche, poiché ha un alto contenuto di acqua, potassio e allo stesso tempo è un alimento con un grande apporto di sodio.

Il consumo di cavolfiore è di grande aiuto al nostro organismo perché ne elimina i liquidi in eccesso, oltre al fatto che ha molti benefici per la cura di malattie come ipertensione, ritenzione di liquidi e oliguria Ed è che aumentando la produzione di urina, ci dà la possibilità di eliminare, a parte i liquidi, tutte quelle sostanze che sono disciolte in esso, come l'acido urico, l'urea, tra gli altri.

pertanto questo è un alimento consigliato per chi soffre di iperuricemia, gotta e per chi è incline a sviluppare calcoli renali.

Qual è la cura del cavolfiore?

Cos'è la cura del cavolfiore?

Per l'irrigazione

Per coltivare il cavolfiore, questo avrai bisogno di un'ottima scorta d'acqua in abbondanza e regolare, in modo che possa mantenere la sua umidità in modo permanente.

Quando il fiore si è formato, non è consigliabile annaffiarlo sopra la testa, poiché questo potrebbe causare la comparsa di funghi oppure può anche provocare putrefazione, quindi è meglio utilizzare un sistema di irrigazione a goccia e / o dotato di programmatore automatico per regolare in questo modo il contenuto d'acqua.

Contenuto di nutrienti

Essere a ortaggio di ottimo apporto nutritivo, necessita di un alto contenuto di composto di materia organica decomposta.

sottofondo

Queste sono piante che hanno la capacità di adattarsi al pH, hanno preferenza per terreni neutri, abbastanza soffici e fertilizzate, che a loro volta hanno un'umidità regolare in quello che è il loro ciclo di crescita.

Coltivazione di cavolfiore

Coltivazione di cavolfiore

Per seminare il cavolfiore bisogna tenere presente che questo varia a seconda delle sue tipologie, ma nella maggior parte dei casi dobbiamo evitare danni alle radici al momento del trapianto:

Varietà delle stagioni estive autunnali

Per seminare questo ortaggio dobbiamo farlo tra i Gennaio e marzo in semenzai protetti.

Varietà di stagioni estate inverno

Dobbiamo seminarli piantine che sono all'aria aperta tra i mesi di maggio e giugno.

Varietà di stagioni primaverili invernali

Allo stesso modo dobbiamo seminarli in semenzaio che sono all'aperto tra i mesi di luglio a settembre.

Per il trapianto di cavolfiore, questo è un compito che dobbiamo fare una volta che la pianta ha tre o cinque foglie, poiché dobbiamo piantarli in un luogo aperto, con molta luce solare e con un terreno che ha abbastanza umidità. Al momento della semina bisogna seppellire le radici e il fusto fino a raggiungere la base delle prime foglie, facendo molta attenzione che sul germoglio centrale non cada terra.

dobbiamo mantenere il terreno sufficientemente umido, ma tenendo conto che non devono esserci pozzanghere, poiché possono provocare il soffocamento delle radici e impedirebbero la loro crescita.

Malattie e parassiti del cavolfiore

Malattie e parassiti del cavolfiore

Ernia di cavolo cappuccio

Questo è un malattia causata da un fungo, che provoca rigonfiamenti nel fusto e anche nelle radici, provocando l'appassimento delle foglie. Per evitare che ciò accada, è meglio eseguire le rotazioni con uno spazio sufficiente.

Farfalla di cavolo cappuccio

Questa è una farfalla bianca che ha piccoli punti neri e questi depongono le uova sul lato inferiore delle foglie della pianta.

Le loro larve, solitamente di colore verde ricoperte di pelo, avanzano, consumando solo le foglie, lasciando la nervatura centrale. In modo che possiamo prevenirlo dobbiamo sterminare le loro uova ei bruchi che usano le nostre mani.

Mosca del cavolo

Questo è un tipo di mosca abbastanza simile alla mosca che conosciamo. Questa è una mosca quella effettua la deposizione delle uova sul collo del fusto della pianta e provocano gallerie, facendo sì che il fusto principale sia completamente cavo. Le piante più giovani appassiscono e quindi muoiono, a loro volta le foglie assumono un colore verde con sfumature di grigio, che vengono ricoperte da uno strato di cera abbastanza spesso.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.