Cersis siliquastrum o albero della Giudea

Cersis siliquastrum o albero della Giudea

El cersis siliquastro Si tratta di un albero curioso che si distingue per ben altro che per il fatto di appartenere al gruppo di piante conosciute con relativi soprannomi nella tradizione cattolica. Poiché è spesso chiamato anche albero della Giudea (perché si trova principalmente in Israele, quella che era l'antica Giudea) o albero di Giuda. Se non lo riconosci con questi nomi, potresti averlo sentito chiamare carruba pazza o bocciolo rosso.

Secondo un racconto classico, dopo aver tradito Gesù Cristo, Giuda si impiccò ad un albero di questa specie. Per questo motivo oggi è più conosciuto come albero della Giudea che con il suo nome empirico. Se vuoi sapere qualcosa in più su di lui, continua a leggere.

Origine e habitat naturale del cersis siliquastrum

Origine e habitat naturale del cersis siliquastrum

In questa occasione parliamo di un albero a foglie decidue che Fa parte della famiglia delle Fabaceae o Leguminosae., che risulta essere uno dei più grandi e diversificati del regno vegetale. Composto da un'ampia varietà di piante tra cui alberi, arbusti, erbe aromatiche e viti. Al suo interno, inoltre, sono presenti piante dal grande valore nutritivo, come i legumi.

La storia di questo albero è legata alla figura di Giuda, ma la verità è che la sua esistenza risale molto più indietro nel tempo. È un tipo originario del Mediterraneo e dell'Asia occidentale. Quindi il suo habitat copre regioni con un clima mediterraneo con estati secche e calde e inverni miti.

Cresce spontaneamente in boschi di latifoglie, pendii rocciosi, rive di fiumi e aree boschive aperte. Inoltre, è una specie che viene coltivata come albero decorativo ideale per i giardini e alla quale vengono attribuiti alcuni usi terapeutici.

Caratteristiche del cersis siliquastrum

Caratteristiche del cersis siliquastrum

Esistono una serie di caratteristiche fisiche che permettono di distinguere rapidamente l'albero della Giudea:

Dimensioni e forma

Si tratta di un albero di medie dimensioni, la cui altezza varia solitamente tra i quattro e i 10 metri. Il suo portamento di crescita è tra arrotondato ed esteso, formando una corona ampia ed estesa.

Quando viene coltivata a scopo ornamentale si è soliti lavorare la chioma tramite potatura per conferirle una forma arrotondata.

Corteccia

Quando l'albero è giovane, la sua corteccia mostra una consistenza liscia di colore da grigiastro a marrone chiaro. Con il passare del tempo è normale che diventi ruvido e presenti delle crepe. Perciò, guardando il tronco dell’albero, Ora possiamo sapere se si tratta di un esemplare giovane o vecchio.

Il tipo di legno prodotto dall'albero di Giuda è noto per essere duro e abbastanza resistente. Ha una tessitura fine ed uniforme che lo rende adatto per lavori di dettaglio. Tuttavia, a causa della sua resistenza e densità, è difficile lavorare con utensili manuali. Ecco perché, In falegnameria ed ebanisteria non è così comune come altre varietà di legno.

Fogliame

Le foglie dell'albero della Giudea sono di un verde brillante durante la primavera e l'estate. Con l'avanzare dell'autunno, diventano colore giallo dorato finché finalmente non spezzano il ramo.

Sono foglie alterne, semplici, con bordi lisci e una forma che ricorda leggermente un cuore.

Flores

Il periodo di fioritura di questo albero è l'inizio della primavera. Non appena le temperature si alzano, è frequente vederne i fiori, ancor prima che le foglie inizino a germogliare.

La particolarità è che queste crescono direttamente sul tronco, e hanno un vistoso colore rosa-violetto, e la loro forma ricorda quella di una farfalla.

Continuando con la leggenda attorno a quest'albero, si dice che i suoi fiori rappresentino le lacrime di Cristo, e il suo Il colore rosa violaceo molto vivo rappresenta la vergogna del traditore.

Frutta

Dopo la fioritura compaiono baccelli piatti che maturano per tutta l'estate e l'autunno. Questi baccelli sono pieni di semi che si disperdono o cadono durante l'inverno e permettono la comparsa di nuovi esemplari di cersis siliquastrum.

Proprietà

Le radici di questo albero sono poco profonde, il che rende questa varietà sensibile alla siccità, poiché non può cercare acqua e sostanze nutritive negli strati più profondi del terreno.

Usi terapeutici del cersis siliquastrum

Questa varietà non è particolarmente conosciuta per i suoi usi terapeutici, ma alcune sue parti sono state utilizzate aneddoticamente nella medicina popolare.

Alcuni studi suggeriscono che gli estratti ottenuti dalle sue foglie e dai suoi fiori abbiano proprietà antiossidanti e antinfiammatorie per la presenza di composti fenolici e flavonoidi. Composti di interesse anche per la formulazione di prodotti cosmetici e integratori alimentari.

Nel campo della fitoterapia si utilizzano infusi o decotti di foglie e fiori dell'albero della Giudea per trattare disturbi come tosse o problemi digestivi.

Nell'ambito della gemmoterapia, i germogli di questo albero vengono utilizzati per alleviare il dolore legato alla circolazione sanguigna.

Cura essenziale per Cersis siliquastrum

Cura essenziale per Cersis siliquastrum

Si tratta di una specie che viene coltivata prevalentemente a scopo ornamentale. Se stai valutando la possibilità di averlo nel tuo giardino, tieni presente alcune domande fondamentali riguardanti la sua cura:

  • Posizione. Posiziona l'albero in una posizione soleggiata. Posizionatelo vicino ad altre piante, perché ha la particolarità di riuscire a fissare nel terreno l'azoto atmosferico, che risulta essere un ottimo fertilizzante naturale per le piante che si trovano nelle vicinanze. Se avete un frutteto valutate di piantarlo nelle immediate vicinanze, perché può essere di grande aiuto per combattere le malattie di specie come i meli o gli ulivi.
  • Irrigazione. Nei primi anni necessita di annaffiature regolari. Una volta attecchito può tollerare la siccità, ma solo per brevi periodi di tempo. Pertanto è consigliabile annaffiare regolarmente durante l'estate.
  • Potatura. Non necessita di potature regolari, ma è possibile potarla a fine inverno o all'inizio della primavera per modellarla ed eliminare i rami morti o danneggiati.
  • Protezione contro il freddo. Può sopportare gelate leggere, ma temperature estremamente fredde possono danneggiare questo albero. Per proteggerlo, applica uno strato di pacciame attorno alla base dell'albero e copri la corona durante le notti gelide.

Il cersis siliquastrum è un albero poco esigente in termini di cure, che vale la pena osservare quando è in fiore. Hai il coraggio di averlo nel tuo giardino?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.