Come e quando raccogliere l'anguria

come e quando raccogliere l'anguria

L'anguria è uno dei frutti più apprezzati dell'estate. Quasi tutto il suo contenuto è costituito da acqua, quindi è l'ideale per mantenerci idratati mentre ci godiamo il suo sapore dolce. Ma lo sapevi che la sua coltivazione in giardino o anche in vaso capiente è abbastanza semplice?

Certo, dopo averlo innaffiato quasi quotidianamente e averlo fertilizzato almeno una volta al mese con fertilizzanti ecologici (come il guano, per esempio), arriva il momento in cui devi prendere un coltello seghettato per separarlo dalla pianta madre. Tuttavia, Come e quando raccogliere correttamente l'anguria?

Quanti raccolti produce una pianta di cocomero?

Quanti raccolti produce una pianta di cocomero?

La prima cosa che dovresti sapere è quella Avere una pianta di cocomero e prendersene cura in un modo particolare non è come se la si utilizzasse per scopi commerciali. Primo perché in quest'ultimo caso non si ha una sola pianta, ma tante, e questo significa che non si può prendersene cura tutte bene e privilegiare la quantità rispetto alla qualità del raccolto.

Ciò influenza i raccolti che una pianta di anguria può produrre. Partiamo dal presupposto che a seconda delle condizioni ambientali, della temperatura e della luce, l'acqua, gli innesti e l'allegagione dei frutti ci faranno avere raccolti più o meno. Ma, in generale, Da ogni anguria che hai, potresti ottenere da 2 a 6 frutti. Non piu. Sebbene allo stato "selvatico", cioè senza dargli troppa cura, possa avere più frutti, questi non saranno di qualità.

Una volta che dà i suoi frutti, la pianta di solito scompare, ma molte volte, soprattutto in vaso o con cura, può essere conservata più a lungo e raccolta di nuovo.

Quando fiorisce l'anguria?

La fioritura dell'anguria inizia nei mesi di maggio e giugno. Tenendo conto che il ciclo di un'anguria inizia con la semina della pianta, che avviene a settembre o ottobre, possiamo dire che questa pianta è una delle ultime a mostrare segni di fruttificazione. Naturalmente, essendoci varietà diverse, è possibile che alcune abbiano una semina tardiva e, quindi, che vengano raccolte più tardi.

Ma devi stare molto attento quando lo fai perché, Dal momento in cui fiorisce, devi iniziare ad annaffiarlo regolarmente.

Come si coltiva l'anguria?

Come si coltiva l'anguria?

Solo quando avrai dato all'anguria cure adeguate e avrà i nutrienti necessari per poter sviluppare il frutto sarai in grado di raccoglierlo. A volte, anche se hai una pianta di anguria, potresti non avere un raccolto. Pertanto, qui ti lasciamo tutte le cure di cui avrai bisogno che, sebbene se ne vedano molte, in realtà l'anguria non richiede tanto quanto potresti pensare in questo momento.

semina

Il primo dettaglio sulla pianta di anguria che dovresti sapere è che lo è Ha tre modalità di coltivazione: per seme, per piantine non innestate e per piantine innestate. Ognuno di essi è diverso, e accorcia o allunga il periodo in cui dovrai prenderti cura della pianta.

Così:

  • Se è per i semi, avrai bisogno di circa 100-120 giorni per raccogliere. Inoltre, questi semi devono essere in un terreno mantenuto a circa 18ºC poiché, altrimenti, costerà loro molto. È inoltre necessario controllare il livello di umidità del suolo e dell'ambiente in quanto influenza la germinazione. In generale, se dopo 6-10 giorni non è uscito nulla, il seme non è buono, oppure è stato danneggiato nel processo.
  • Se si tratta di piantine non innestate, il tempo di raccolta si accorcia, e ci permette anche di scegliere la varietà migliore in base a ciò che abbiamo o offriamo (tipo di terreno, pH, ecc.).
  • Se si tratta di piantine innestate, che è la più comune, il processo è molto più veloce poiché sarebbe solo necessario piantarle nel loro posto finale e vederle crescere. Nel giro di 75-90 giorni potrebbero dare i suoi frutti.

sottofondo

Che tu abbia una pianta di anguria in vaso o nel tuo giardino, devi forniscono un terreno molto ricco di sostanze nutritive ma che è sabbioso. La pianta dell'anguria ama il terreno con a pH da 5,8 a 6,6, umido ma non fradicio.

Gli esperti di piantagione di angurie raccomandano che, se si vuole piantare in piena terra, il terreno deve essere preparato con almeno cinque mesi di anticipo in modo che sia ossigenato, abbia un buon drenaggio e vengano rimossi rocce e altri elementi che ostacolano lo sviluppo dell'anguria . pianta. Inoltre, prima di piantare, viene applicato un fertilizzante per nutrire ulteriormente il terreno.

E, infine, l'impianto è controllato per avere un temperatura costante inferiore a 18ºC (con film plastici, per esempio).

Se hai intenzione di piantare in un vaso, non devi dedicare così tanto tempo alla preparazione poiché una miscela di terreno con sostanze nutritive, drenaggio e un po' di radicamento o fertilizzante sarà più che sufficiente.

Irrigazione delle piante di anguria

La pianta dell'anguria ha bisogno che il terreno abbia umidità, soprattutto all'inizio della stagione della fioritura perché è quando ne avrà più bisogno. A seconda di dove lo coltivi, potresti solo con acqua piovana e umidità ambientale è più che sufficiente per soddisfare questa esigenza. Ma se i giorni sono asciutti, è possibile che sia necessario annaffiarlo quotidianamente.

Nel Mediterraneo, ad esempio, molte innaffiano queste piante per circa 20 minuti al giorno nelle prime fasi e, man mano che la coltivazione progredisce, aumentano l'irrigazione. In altri luoghi li innaffiano solo settimanalmente.

C'è anche un trucco ed è che si dice che È meglio annaffiare le piante di anguria per prima cosa al mattino nelle prime fasi e, nel secondo, fallo a fine giornata.

Naturalmente, tieni presente che la forma abituale di irrigazione è l'irrigazione a goccia; Se viene annaffiato in altro modo, devi fornirgli tra 400 e 600 mm di acqua in generale (dipenderà da dove lo hai, dal terreno, ecc.).

Potatura

Questa è una delle cure più importanti, almeno per alcuni, poiché in questo caso si discute. C'è chi pensa che potare la pianta dell'anguria sia buona perché la fa crescere e fruttificare meglio; e altri sono contrari.

In generale, quando si pota l'anguria, si fa sempre in fase di sviluppo, per controllare che non dia troppi frutti e sì di qualità. Tuttavia, viene lasciato protetto da parassiti e malattie.

Quindi, a meno che non sfugga di mano, dovresti eseguire una potatura minima.

Parassiti e malattie

La pianta del cocomero è una di quelle che soffre maggiormente di parassiti e malattie. Ecco perché devi stare attento con loro e prevenire l'apparizione o agire prima che sia troppo tardi.

Tra i parassiti comuniSi possono trovare: i tisanotteri, insetti che succhiano la linfa dalle foglie; afidi, che succhiano anche la linfa e trasmettono malattie; sì tetranychus urticae, un acaro che danneggia steli, foglie e frutti.

Per quanto riguarda malattie, le più comuni Sono: antracnosi, che danneggia le foglie e le nervature; muffa, che provoca la comparsa di macchie gialle o grigie; sì muffa polverosa, che crea una muffa polverosa che attacca le foglie provocandone la morte.

Per tutti questi problemi c'è una soluzione.

Quando viene raccolta?

Quando viene raccolta?

Per prima cosa risponderemo a questa domanda, perché se non sappiamo quando possiamo raccoglierlo, sarà inutile sapere come farlo. Anche. Anguria sarà pronto per essere gustato tra 75 e 95 giorni dalla semina, a seconda della varietà.

Per sapere se è maturo dovremo osservare se ha:

  • Macchia basale (la parte a contatto con il terreno) che vira dal bianco al crema.
  • È ricoperto da una polvere biancastra simile alla cera.
  • Il peduncolo (il fusto che lo collega alla pianta madre) è secco.
  • Quando colpisci il guscio, si sente un tonfo.

Come si raccoglie?

Ora che sappiamo quando può essere catturato, è tempo di scoprire come possiamo separarlo dalla pianta madre. Per quello Consiglio di prendere un coltello seghettato precedentemente disinfettato con qualche goccia di lavastoviglie, e di tagliare il peduncolo. Quindi, non resta che pulire l'anguria con un panno asciutto per rimuovere eventuali tracce di terra che potrebbe avere e metterla in frigorifero.

Come possiamo vedere, raccogliere l'anguria non è difficile, ma se hai voluto saperne di più sulla sua coltivazione, non ti resta che farlo clicca qui.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Marcela Karina Decima suddetto

    Grazie mille per esserti spiegato in modo molto semplice, ho delle angurie che sono uscite da sole in giardino e sono bellissime, grazie mille?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Goditeli 🙂

      Felice anno nuovo!