Come fare il sapone di potassio: il miglior insetticida e fungicida biologico

come fare il sapone al potassio in casa.

Per fornire la migliore cura possibile alle tue piante, è importante che tu ne sia consapevole come fare il sapone al potassio. Perché si scopre che questo è un eccellente insetticida e fungicida organico.

Il suo utilizzo è abbastanza comune nel giardinaggio e nell'orticoltura, e la cosa migliore è che possiamo realizzarlo in casa. Conosciamolo un po' meglio ed esaminiamo i passaggi da compiere per farlo.

Sapone di potassio come insetticida e fungicida per le vostre piante

Sapone di potassio come uno dei migliori pesticidi.

Questo sapone viene creato attraverso una reazione chimica tra potassa e acidi grassi. Dando origine ad un prodotto solubile in acqua e così via Ha importanti effetti insetticidi e fungicidi, perché indebolisce lo strato protettivo o cuticola cerosa che ricopre sia gli insetti che i funghi.

È un buon alleato per evitare infezioni, ma anche per eliminare parassiti o malattie se questi si sono già verificati.

Quando si tratta di insetti, il sapone di potassio è efficace contro tutti quelli che li attaccano Hanno un corpo morbido, come afidi, afidi, mosche bianche e tripidi. Quando il sapone entra in contatto con questi insetti, penetra nel loro corpo e provoca danni che influiscono sulla loro capacità di nutrirsi e riprodursi.

Nel caso dei funghi è particolarmente efficace contro oidio e muffe. Se applicato sulle foglie può essere di grande aiuto per eliminare le infezioni fungine.

Sapone di potassio Si applica sempre diluito in acqua tiepida e spruzzato su tutta la pianta., soprattutto nelle aree colpite da parassiti o malattie. Si consiglia di applicare come prima cosa al mattino o come ultima cosa della giornata in modo che l'incidenza diretta dei raggi solari sullo strato di sapone non causi danni alla pianta.

Per quanto riguarda la frequenza di applicazione, si consiglia di utilizzarlo ogni sette o 10 giorni, soprattutto se c'è un'infestazione persistente. Se utilizzato preventivamente, può essere applicato ogni tre-quattro settimane.

In comparazione con altri insetticidi e trattamenti antifungini, il sapone di potassio è considerato un'opzione più sicura per l'ambiente, perché il suo potenziale contaminante è inferiore. Oltretutto, È meno dannoso per gli insetti che sono utili e li vogliamo vicini alle nostre piante, come le api e le farfalle.

In ogni caso, anche se il sapone di potassio è un’opzione sicura come insetticida e antimicotico, bisogna tenere presente che non tutte le piante hanno lo stesso livello di resistenza. Ecco perché è meglio Inizia applicando una piccola quantità di soluzione su un'area specifica e attendere qualche giorno per verificare se ci sono reazioni avverse. Se ciò non avviene possiamo applicare il prodotto in tutta tranquillità.

Quando si prepara il sapone al potassio fatto in casa, il risultato è sempre diverso, quindi ti consigliamo di fare questo test ogni volta che utilizzerai un nuovo sapone.

Come preparare il sapone al potassio passo dopo passo

come fare il sapone di potassio passo dopo passo.

La potassa è un prodotto chimico ed è consigliabile maneggiarla sempre con cautela, proteggendo occhi e mani. Per essere possibile, Utilizzare anche una maschera per ridurre al minimo il rischio di inalazione di gas.

Per preparare il sapone al potassio è necessario:

  • 150 grammi di potassa caustica (idrossido di potassio).
  • 300 grammi di olio vegetale (puoi usare olio d'oliva usato).
  • 1,5 litri di acqua distillata.
  • Un contenitore resistente al calore.
  • Frusta.
  • Termometro.
  • Guanti, occhiali protettivi e maschera.
  • Muffa del sapone.

Misurazione e preparazione

Gli importi che ti abbiamo fornito sono approssimativi. Il rapporto corretto è 1:2:10. Cioè, una parte di potassa caustica in due parti di olio vegetale e 10 parti di acqua distillata.

Dopo aver protetto viso e mani, versare con attenzione la potassa nell'acqua. Non fate il contrario, perché quando aggiungete acqua alla potassa caustica Potrebbero verificarsi schizzi pericolosi. Mescolare bene finché la potassa non si scioglie.

In un contenitore resistente al calore, Scaldare l'olio a circa 50º o 60º gradi. Senza farlo bollire. Aggiungere lentamente la miscela di acqua e potassio all'olio, mescolando continuamente. Vedrete che il composto comincia ad addensarsi ed emulsionarsi velocemente.

Frullare e controllare la consistenza

Continua a sbattere costantemente fino a quando non avviene la saponificazione, che è il punto in cui avviene la reazione chimica che produce il sapone. Continua a mescolare finché non vedi che il composto è omogeneo acquisisce una consistenza simile a quella della salsa di mele densa. Questo processo potrebbe richiedere del tempo, quindi non essere impaziente e continua a mescolare gli ingredienti.

Prova di saponificazione

Il suo obiettivo è assicurarsi che la reazione chimica sia effettivamente avvenuta. Per questo, Prendi un piccolo campione della miscela e mettilo in acqua. Se si forma una specie di soluzione lattiginosa, hai fatto bene.

Se non funziona, continuare a mescolare ancora per un po' per integrare bene i componenti.

Raffreddare e conservare

Raffredda e conserva il sapone al potassio.

Quando si tratta di preparare il sapone di potassio, è importante prestare attenzione durante tutto il processo e non avere fretta. Una volta avvenuta la saponificazione, lasciare raffreddare leggermente il composto. Successivamente potrete versarlo nello stampo.

Adesso è il momento di lasciare indurire completamente il sapone, per cui dobbiamo aspettare che si raffreddi completamente. Quindi possiamo sformarlo, ma Abbiamo ancora bisogno di un po’ più di tempo per iniziare ad usarlo.

Se hai utilizzato uno stampo a blocchi, puoi tagliare il sapone in pezzi più piccoli. Ma, in ogni caso, Lasciarlo asciugare (stagionare) per alcune settimane in un luogo fresco e asciutto. prima di iniziare ad usarlo.

Sapevi come fare il sapone al potassio? Avete verificato che non è affatto complicato, ma che è opportuno prendere le precauzioni estreme perché la potassa è un prodotto chimico che può provocare notevoli ustioni. Se ti proteggi bene e lavori con attenzione, creerai un sapone che ti sarà molto utile per le pulizie domestiche, per fare il bucato, e anche per prenderti cura delle tue piante. Hai il coraggio di provarlo?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.