Come coltivare il caffè

Come coltivare il caffè

Per molti, il caffè è "l'oro nero", anche se questo nome viene detto anche al cioccolato. È una delle bevande più consumate, soprattutto di prima mattina, a causa della caffeina, una sostanza che ci sveglia e ci mantiene attivi (anche se non vorremmo). Ma, Come coltivare il caffè? Si può fare facilmente?

Sebbene il caffè sia una pianta che viene coltivata principalmente ai tropici e subtropicali, ciò non significa che non si possa avere un giardino del caffè in casa propria. Oppure usalo come pianta ornamentale. Ma vuoi sapere come si semina? E di che cure ha bisogno? Qui spieghiamo tutto quello che vuoi sapere per coltivare il caffè.

Cosa serve per coltivare il caffè

Cosa serve per coltivare il caffè

La prima cosa per seminare caffè è sapere di cosa avrai bisogno. Ed è che prevenire quelli che sono i bisogni della pianta potrebbe impedirti di avere grossi problemi. Quindi, uno dei primi elementi è senza dubbio il semi di caffè. Un'altra opzione è che hai già piantine, cioè semi che sono già germogliati e hanno una piantina, uno stelo con le prime foglie.

Il prossimo passo è trovare un buon piatto. Gli esperti raccomandano che, all'inizio, tu abbia un vaso, o anche un sacchetto di plastica, in cui cresce la pianta. Ma attenzione, non solo chiunque. La borsa deve essere di almeno 17 × 23 centimetri, che sarebbe la dimensione ideale.

Un altro elemento essenziale quando si pianta il caffè è il terra. È molto importante perché è ciò che può determinare che la pianta abbia problemi alle radici o una scarsa crescita. E qual è meglio? Non è specificato molto, ma è consigliabile che sia con un terzo di materia organica.

Sarebbe inoltre opportuno avere a portata di mano una serie di attrezzi per lavorare con le piante, come una cazzuola, un rastrello, ecc. che ti aiuterà a scavare per mettere i semi nel vaso o nella borsa)

Dove coltivare il caffè

Dove coltivare il caffè

Come abbiamo detto prima, le più importanti piantagioni di caffè si trovano ai tropici e subtropicali. Ma questo non significa che non ci siano altri paesi in cui viene coltivato. Infatti in Spagna, precisamente nella Valle dell'Agaete, a Gran Canaria, c'è una produzione di caffè. Non producono molto, ma ti danno l'idea che il caffè possa essere coltivato in Spagna.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione è la scelta della varietà di caffè. Esistono nel mondo 4 categorie di caffè: Arabo, robusto, liberiano e nobile. Di tutti, solo i primi due sono i più conosciuti e quelli che avrai consumato, regolarmente o di tanto in tanto. Ma ognuno di loro ha esigenze specifiche per posizione, orientamento e temperatura in modo che si sviluppi in modo ottimale.

In generale, e per tutti i caffè, si mantiene come ideale un arco tra i 20 ei 25 gradi Celsius. Oltre a ciò, la scarsità d'acqua potrebbe essere un problema per il loro sviluppo.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è se posizionarlo al sole o all'ombra. Le piante di caffè hanno bisogno del sole, sì, ma non tanto quanto pensi. Gli esperti dicono che 1800 ore di sole all'anno sono più che sufficienti, con circa 5 ore di sole al giorno. Inoltre, non è consigliabile che sia nelle ore in cui fa più caldo. In altre parole, dovresti posizionarlo in un luogo semiombreggiato in modo che abbia una parte di luce al giorno e un'altra parte di ombra.

Infine, se lo metti anche in un luogo dove può piovere (si parla di 1500-2000 mm all'anno di acqua) molto meglio.

Come piantare il caffè in vaso

Una pianta del caffè può raggiungere facilmente i 5 metri di altezza. Tuttavia, piantare caffè in vaso non si avvicinerà a quel numero. A seconda delle dimensioni del vaso che utilizzi, avrai una pianta di altezza maggiore o minore. Ora, come si coltiva il caffè?

Prima di farlo, hai bisogno del seme per germogliare, poiché in questo modo avrai più opportunità per la pianta di raggiungere la fine. Per fare questo, prendi un bicchiere pulito e riempilo a metà con acqua. Metti i semi all'interno.

È possibile che alcuni galleggino, li lasci perché col tempo potrebbero finire per affondare. Ora devi aspettare almeno 24 ore affinché si idratino a dovere. Trascorso tale tempo, ci sono due modi di agire:

  • Alcuni preferiscono prendere i semi e metterli su un tovagliolo inumidito, quindi coprirli con un altro inumidito e coprire il contenitore con pellicola trasparente per 4-6 giorni (a volte di più), abbastanza a lungo da far apparire la radice.
  • Altri sono del parere di seminare direttamente in semenzaio o in vaso, sempre profondi 1-2 centimetri, e coprendo molto leggermente in modo che possa germogliare facilmente.

Il primo processo è molto più veloce, perché in pochi giorni avremo la piantina. Ma nel caso di piantarlo, potrebbero volerci circa 2 mesi o più per germogliare.

Una volta che ce l'hai, basta dovrai prendertene cura come una pianta in piùAnche se ti consigliamo di non aspettarti che ti dia il caffè per circa 6 anni, che è il tempo necessario alla pianta per produrre correttamente il caffè. Ovviamente, essendo in vaso, la sua produzione non sarà la stessa che se l'avessi piantata in un giardino.

Pianta il caffè in giardino

Pianta il caffè in giardino

Se invece di un vaso quello che vorresti è avere un caffè in giardino, il procedimento che si segue è lo stesso. Solo quando la pianta è più grande (stelo e foglie) può essere messa a dimora in piena terra, con un terriccio ricco di sostanza organica, e avendo cura delle cure di cui necessita.

In generale, a la pianta del caffè è pronta per andare a terra in circa 6-9 mesi, proprio quando raggiunge i 15-20 centimetri di altezza. Per fare ciò, è necessario un foro profondo circa 10 cm.

È importante lasciare uno spazio tra le piante, ad almeno 2-3 metri di distanza l'una dall'altra, in modo che le loro radici non si impiglino o ne ostacolino lo sviluppo.

Aspetti importanti della coltivazione del caffè

Infine, gli aspetti più importanti che devi tenere in considerazione quando coltivare il caffè sono:

  • Sbarcare. Utilizzare un terreno ricco di humus che abbia un buon drenaggio. Al caffè piace il terreno che rimane umido.
  • irrigazione. È importante che il terreno sia inumidito, ma non allagato, quindi dovrai annaffiare frequentemente per evitare che si secchi.
  • Passaggio. Solo se il terreno è povero o se rimane in pieno sole per lungo tempo. È meglio usare fertilizzanti liquidi in modo che assorbano tutti i nutrienti.
  • parassiti. Di solito sono molto colpiti da acari e cocciniglie.

Ora hai il coraggio di piantare il caffè?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Gloria Gonzalez. suddetto

    Come o dove prendo i chicchi di caffè?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao, Gloria.

      Vi consiglio di cercare su eBay, lo troverete sicuramente.

      Saluti.