Come piantare le palme in vaso

Ci sono palme che possono essere conservate in vaso

Quali passi bisogna seguire per piantare le palme in vaso? Queste piante, poiché hanno radici avventizie e sono poco robuste, sono piuttosto delicate quando si tratta di trapiantarle, motivo per cui ti consiglio di seguire i consigli che sto per darti nel corso di questo articolo.

Ed è che, così, le tue piante potranno riprendere la loro crescita molto prima del previsto.

Come piantare le palme in vaso passo dopo passo?

I vasi devono avere fori di drenaggio

Per piantarli in vaso, la prima cosa da fare è aspettare che arrivi la primavera. È importante che il giorno in cui decidi di farlo, il tempo sia buono e il vento non soffi troppo. Inoltre, per evitare che la pianta di pietra riceva troppa acqua, dovresti piantarla nel suo nuovo contenitore in un luogo che non sia esposto al sole diretto in quel momento. Per questo avrai bisogno di quanto segue:

  • Vaso di fiori: Deve essere almeno 7 centimetri più largo e più alto di quello che hai adesso. Deve anche avere dei buchi nella sua base.
  • sottofondo: puoi acquistarne uno specifico per piante verdi (in vendita qui), o uno di coltivazione universale come è.
  • Annaffiatoio con acqua: dopo averlo piantato, dovrai annaffiarlo.

E ora, devi solo seguire questo passo dopo passo:

Riempi il vaso con un po' di substrato

Di solito dovresti riempirlo a metà o un po' meno, ma Per essere sicuri, ti consiglio di prendere la palma -senza toglierla dal vaso- e introdurla in quello nuovo per sapere quanta terra devi metterci sopra in modo che ti stia bene (cioè né troppo basso né troppo alto rispetto al bordo del nuovo contenitore).

Rimuovi la palma dal vecchio vaso

Quindi rimuovi con cura la palma dal vecchio vaso. Se è piccolo, potresti essere in grado di tenerlo con una mano mentre estrai la pianta con l'altra, ma in caso contrario, prendi la palma dalla base del tronco o dello stelo e picchietta il bordo del vaso in modo che cada. Se le radici sono cresciute molto all'esterno e si sono intrecciate, devi districarle prima di procedere alla rimozione della palma; e nel caso in cui ci sia una radice spessa, è meglio rompere il contenitore.

Mettilo nella nuova pentola

Ora devi metterlo nel suo nuovo vaso. Mettilo al centro e assicurati che sia alla giusta altezza, poiché non sarebbe bene se la superficie della zolla (o zolla) fosse al di sopra del bordo del contenitore, o ben al di sotto di esso. Si raccomanda infatti che sia 1 centimetro o meno al di sotto del bordo. Con ciò sarà sufficiente in modo che l'acqua non si perda quando viene annaffiata.

Termina il riempimento

Quindi, ciò che rimane è aggiungere altro substrato in modo che sia ben piantato. È importante compattare un po 'il suddetto in modo che non ci siano sacche d'aria. Con questo, inoltre, puoi aggiungere l'importo di cui hai veramente bisogno. Ma quello sì, non è necessario perderlo: il tronco deve essere esposto, altrimenti marcirà.

innaffia la tua palma

Devi annaffiare consapevolmente, cioè fino a quando il supporto non è bagnato. Pertanto, è necessario aggiungere acqua fino a quando l'acqua non assorbita fuoriesce dai fori di drenaggio.

Quando piantare le palme in vaso?

La chamaedorea è una palma da interno

Immagine - Wikimedia / Pluume321

Oltre a farlo in primavera, o al massimo a inizio estate, bisogna tenere conto di qualche dettaglio in più affinché tutto fili liscio. Per esempio, Solo quelle palme che sono già completamente radicate nel contenitore che hanno adesso saranno cambiate in un vasoAltrimenti, rimuovendoli, il pane di radice si sbriciolerebbe e potrebbero non superarlo. Come fai a sapere se ce l'hanno o no? Bene, è facile: devi solo vedere se hanno radici che crescono fuori dal vaso.

Un'altra cosa importante è quella le piante devono essere sane. A differenza di quanto può accadere con gli altri, se tiri fuori un palma malata dal vaso per piantarlo in un altro pensando che così si riprenderà, la cosa più probabile è che muoia e che lo faccia abbastanza in fretta. Lo dico per esperienza personale. Se sospetti che la tua pianta abbia torto, scopri se ha sete o, al contrario, acqua in eccesso, un po' peste o malattia, e prendi tutte le misure necessarie per recuperarlo meno il trapianto (a meno che tu non lo abbia in un vaso senza buchi o all'interno di un contenitore, nel qual caso dovrai piantarlo in uno che ha buchi alla base).

Come vedi, non è che sia difficile piantare una palma in vaso, ma se non è fatto bene, potremmo perderla. Pertanto, è consigliabile seguire i consigli che ti ho offerto qui in modo che tutto vada bene e non ci siano sorprese.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.