Come raccogliere i cavoletti di Bruxelles dagli scarti?

Scopri come raccogliere i cavoletti di Bruxelles dagli scarti

Sapevi che esistono vegetali che possiamo coltivare direttamente dai loro resti, senza dover utilizzare i semi? Questo ci rende un po’ più facile incoraggiarci ad avere un piccolo giardino in casa. Se vuoi fare il test, preparati a vedere come raccogliere i cavolini di bruxelles dagli scarti.

Si tratta di una tipica verdura invernale, molto ricca di sostanze nutritive, che la rendono una buona aggiunta alla nostra dieta. E sarà ancora più buono se li coltivi in ​​casa. Se hai comprato dei cavoli e ti sono avanzati, non buttarli via! Perché possono essere il punto di partenza per continuare a gustare questo ortaggio.

Posso raccogliere i cavoletti di Bruxelles dai cavoletti avanzati che ho comprato al supermercato?

La risposta è sì, ma i risultati potrebbero non essere quelli attesi. Perché quando compriamo la verdura al supermercato non sappiamo in quanto tempo sono state raccolte né in quali condizioni sono state trasportate. E quello Potrebbe rendere difficile far crescere una nuova pianta dai resti di quella precedente. Ma non si perde nulla provandoci.

La nostra raccomandazione è di iniziare comprare semi di cavolo e piantali nel tuo giardino. Una volta che sono cresciuti e li avete gustati, non buttate via i resti, perché da essi otterrete sicuramente nuovi ortaggi se seguirete i consigli che stiamo per darvi. Cioè, compri i semi una sola volta e poi continui la produzione basandoti sui resti delle verdure che già possiedi.

Puoi farlo anche con altre varietà come la lattuga e l'aglio. È un modo per risparmiare denaro e, allo stesso tempo, ridurre la quantità di rifiuti che generiamo.

Come raccogliere i cavolini di Bruxelles dai singoli cavoli

In questo modo puoi raccogliere i cavoli dagli avanzi.

Se i tuoi cavoli sono già raccolti e pronti per essere gustati, e sai che ce ne saranno alcuni che ti avanzeranno, Puoi approfittarne per continuare a coltivare questo ortaggio.

Iniziate pulendo accuratamente i germogli ed eliminando eventuali foglie gialle. Dopo, Tagliate il fondo con un coltello molto pulito e affilato. Ora mettete il cavolo cappuccio con la parte tagliata verso il basso in un contenitore che contenga circa mezzo centimetro d'acqua. È sufficiente un piatto fondo o una piccola ciotola.

Dopo posizionare questo contenitore in un luogo caldo e che riceve molta luce solare indirettamente. Se la tua cucina è soleggiata, una posizione vicino alla finestra potrebbe essere perfetta.

Ricordatevi di cambiare l'acqua regolarmente. Non lasciare che si sporchi, poiché potrebbe diventare fonte di infezioni.

A poco a poco noterai che nella parte inferiore che hai tagliato compaiono piccole radici. Quando questi sono sufficientemente sviluppati, Puoi piantare il cavolo nel tuo giardino o in un vaso e lasciarlo lì per continuare a crescere.

Come raccogliere i cavoletti di Bruxelles dagli scarti dello stelo

I gambi dei cavoletti di Bruxelles

Quando mangi i cavoli, puoi gettare i gambi nella spazzatura o metterli nel contenitore del compost. Ma ora sai che c'è un altro modo per trarne vantaggio a questa parte della pianta che normalmente scartiamo.

Tagliate la parte inferiore del gambo del cavolo e mettetelo in un bicchiere pieno d'acqua. Il livello dell'acqua deve essere sufficientemente alto abbastanza da coprire la parte inferiore del fusto, ma in nessun caso lo sommergeremo completamente.

Posiziona quindi il bicchiere in un luogo soleggiato e prova a cambiare l'acqua regolarmente. Normalmente è sufficiente farlo ogni due giorni.

Se tutto va bene, nel giro di qualche settimana potrai vedere nuovi germogli emergere dalla parte inferiore del fusto. Quando queste saranno lunghe qualche centimetro potrete piantarle. Per riuscire in questa operazione, assicurati che il substrato copra la parte inferiore dello stelo, ma non i nuovi germogli, che devono restare in superficie.

Cure di base per i cavoletti di Bruxelles

Cura essenziale per i tuoi cavoli

Sappiamo già come raccogliere i cavoletti di Bruxelles dagli scarti. Una volta che abbiamo la nostra pianta e la mettiamo a terra, L'unica cosa che dobbiamo fare è dargli le cure di base di cui questo ortaggio ha bisogno:

Posizione e semina

Posiziona i germogli in un luogo dove ricevano una buona quantità di sole ogni giorno. Nelle file dove c'è abbastanza spazio in modo che possano crescere e che l'aria circoli bene tra le diverse piante.

Per quanto riguarda il terreno, assicurarsi che abbia una buona capacità di drenaggioricco di sostanza organica e con pH leggermente acido.

Innaffiare i cavoli

Bisogna evitare annaffiature eccessive per evitare che le radici marciscano. COSÌ Lasciamo asciugare leggermente il terreno tra un'annaffiatura e l'altra, ma senza dover aspettare che sia completamente asciutto.

Fertilizzare i cavolini di Bruxelles

Puoi migliorare le condizioni del terreno per i cavoletti di Bruxelles applicando un fertilizzante bilanciato prima di piantare. Poi, durante la stagione della crescita, Puoi aggiungere fertilizzante all'acqua di irrigazione ogni tre o quattro settimane.

In ogni caso, evitate un apporto eccessivo di azoto, perché questo può far crescere troppo le foglie e il cavolo non formarsi come dovrebbe.

Controllo delle infestanti

Le erbacce possono competere con i cavoli quando si tratta di ottenere sostanze nutritive e acqua dal terreno. Ecco perché, Cerca di mantenere l'area intorno alle tue piante molto pulita.

Protezione contro i parassiti

I cavoli e le altre verdure del tuo orto sono ottimi attraente per insetti come afidi, scarafaggi o bruchi. Controlla periodicamente le tue colture per assicurarti che non ci siano parassiti.

Sia per la prevenzione che per il trattamento dei parassiti, Cerca di utilizzare prodotti il ​​più naturali possibile, che non danneggino la pianta o altri insetti utili.

Per prevenire la comparsa di funghi e malattie fogliari, Innaffia solo la parte del substrato e non bagnare le foglie.

Cosecha

Puoi raccogliere i cavoletti di Bruxelles quando hanno una dimensione di circa un pollice e sono sodi al tatto. Inizia la raccolta dall'interno della pianta e continuare il lavoro verso l'alto.

Sai già come raccogliere i cavoletti di Bruxelles dagli scarti e come coltivarli, hai il coraggio di provarli nel tuo orto?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.