Cos'è la fallenofilia?

Cos'è la fallenofilia?

Il processo riproduttivo delle piante richiede spesso l'azione di animali e insetti che svolgono una funzione impollinatrice. Siamo abituati a sentir parlare di impollinatori come api e farfalle, ma trascuriamo altre specie che contribuiscono anche alla riproduzione delle piante, come le falene. Pertanto in questa occasione vogliamo parlarvi Cos'è la fallenofilia?

Se non ti piacciono le falene, alla fine di questo articolo potresti cambiare idea, perché scoprirai che svolgono un'importante missione nella riproduzione di alcune delle specie vegetali che più ti piacciono. E sicuramente non ti sorprenderà sapere che alcune piante si sono evolute per essere impollinate solo da questi insetti.

La sindrome del fiore

La sindrome del fiore

Per prima cosa capire cos'è la fallenofiliaoppure dobbiamo sapere cos'è una sindrome floreale. Si tratta di un insieme di caratteristiche morfologiche e fisiologiche condivise dai fiori di diverse specie vegetali, che servono ad attirare uno specifico tipo di impollinatore.

Esistono due sindromi floreali:

Sindromi floreali abiotiche

Si caratterizzano perché non attirano gli animali, e ne esistono di due tipologie:

  • Anemofilia. Consiste nell'impollinazione operata dal vento. Poiché non devono attirare gli impollinatori, i fiori di questa sindrome sono poco appariscenti, ma producono grandi quantità di polline. Questo è il polline che solitamente è sospeso nell'ambiente e provoca allergie.
  • Idrofilicità. È l'impollinazione tramite acqua. Questa sindrome è presente nelle piante acquatiche, che hanno fiori piccoli e poco attraenti. Tuttavia, ci sono varietà di piante acquatiche che hanno sistemi floreali evoluti per attirare gli impollinatori, questi hanno una fioritura più vistosa.

Sindromi fiorali biotiche

Sono quelli in cui i fiori necessitano di essere impollinati dagli animali. Al loro interno troviamo diverse varietà, tra cui la fallenofilia.

  • Melitofilia. È l'impollinazione da parte delle api. Questi fiori sono vistosi e aperti o vistosi e di difficile accesso. In alcuni casi l'impollinazione viene effettuata dalle vespe e non dalle api, come solitamente accade con le orchidee.
  • Miofilia e sapromiofilia. È l'impollinazione da parte delle mosche. Per attirarli, i fiori che rientrano in questa sindrome floreale emanano solitamente un cattivo odore.
  • Psicofilia e fallenofilia. È l'impollinazione attraverso farfalle e falene.
  • Cantarofilia. Si tratta dell'impollinazione effettuata dagli scarabei. Non sono molte le specie affette da questa sindrome floreale, perché i coleotteri sono generalmente piuttosto dannosi per le piante. Ma le magnolie e le ninfee si riproducono così.
  • Ornitofilia. Si tratta dell'impollinazione effettuata dagli uccelli e avviene in fiori di grandi dimensioni, come quelli comuni nelle foreste tropicali umide.
  • Chiropterofilia. Consiste nell'impollinazione tramite pipistrelli. I fiori sono caratterizzati dall'essere di grandi dimensioni e dalla capacità di produrre nettare per un lungo periodo di tempo.

Cos'è la fallenofilia?

Cos'è la fallenofilia?

La fallenofilia è una sindrome floreale biotica. Cioè un insieme di caratteristiche presenti nelle piante di specie diverse che richiedono la presenza di falene o falene per la loro riproduzione.

Questi tipi di fiori hanno solitamente una forma tubolare, per adattarsi alla lingua di questi insetti. Per far sì che il nettare venga assorbito da una falena e non da altre specie, i fiori sono notturni. Si aprono quando arriva l'oscurità e Chiudono quando comincia ad albeggiare. Il modo per attirare le tarme è attraverso una fragranza intensa.

Le falene si nutrono del nettare dei fiori, passando da una pianta all'altra trascinano e rilasciano il polline, che contribuisce all'impollinazione dei fiori femminili con il polline dei fiori maschili. È un'impollinazione per contatto, poiché Il polline aderisce al corpo e alle ali delle falene mentre si nutrono, e poi si trasferisce ad altri fiori quando anche loro si recano da loro in cerca di cibo.

Ciò che avviene in questi casi è una simbiosi perfetta. La falena si avvicina alla pianta per nutrirsi del suo nettare e, senza rendersene conto, porta il suo polline ad altre piante. In cambio, la specie vegetale riesce a riprodursi.

Esistono anche alcune specie di falene che hanno coevoluto con alcune specie di piante. Affinché solo alcune varietà di falene sono in grado di intervenire nell'impollinazione di alcune piante. Ecco alcuni esempi:

Falene e orchidee della Sfinge

Falene e orchidee della Sfinge

Le falene sfinge inseriscono la testa nel fiore dell'orchidea per accedere al nettare e prendere il polline.

Nel caso delle orchidee del genere Angraecum, originarie del Madagascar, i loro fiori sono notturni e possono essere impollinati solo da falene sfinge dotate di lunga proboscide. Altri insetti non possono accedere fisicamente al loro nettare.

Falene Yucca

Le falene del genere Tegeticula hanno un rapporto simbiotico con piante della famiglia delle Agavaceae come la yucca. Le falene depongono le uova sui fiori di questa pianta. e, così facendo, attuano il processo di impollinazione.

Da parte loro, le larve di falena si nutrono di semi di yucca e Si sviluppano all'interno dei baccelli di quei semi.

Falene e palme

La falena della palma da cocco ha una stretta relazione con le palme. Come la yucca, queste falene depongono le uova sui fiori delle palme e, quando vi si posano sopra, prendono il polline sui loro corpi e lo spargono.

Il processo evolutivo che piante e animali hanno seguito è davvero sorprendente. Non è solo che i fiori si sono evoluti per attirare determinati impollinatori, ma hanno sviluppato una morfologia che impedisce ad altri insetti di accedervi. Proprio a causa di questa codipendenza che esiste tra il regno animale e il regno vegetale, la conservazione degli ecosistemi è particolarmente importante. Perché la scomparsa di una specie di insetti, o di piante, può significare la scomparsa di altre piante o insetti.

Ci auguriamo che tu abbia trovato interessante questo articolo. Ora che sai cos'è la fallenofilia, osserverai sicuramente l'attività degli impollinatori e la forma dei fiori con occhi diversi.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.