Cosa sono le piante crassulacee?

Echeveria lilacina, una pianta facile da trovare nei vivai

Echeveria Lilacina

Le crassulaceae Sono piante dal grande valore ornamentale che hanno caratteristiche che le rendono uniche. Sebbene siano spesso confusi con i cactus, in realtà non hanno nulla a che fare con loro, poiché il loro metodo di adattamento all'ambiente è diverso.

Ci sono generi diversi, uno più interessante. Se vuoi saperne di più su di loro, Successivamente ti dirò diverse cose che ti aiuteranno a imparare a identificarle.

Cosa sono?

Crassula perforata

Crassula perforata

Le Crassulaceae sono piante molto caratteristiche, che hanno foglie semplici che spuntano da un fusto che può essere più o meno spesso a seconda della specie. Questi possono essere rosetta opposta, alternata o basale, di colori che vanno dal verde al rosso, passando per il bluastro, il rosa o il bicolore.

Di solito fioriscono in primavera, ma ce ne sono alcuni, come l'Echeveria, che preferiscono farlo in piena estate e anche all'inizio dell'autunno. I fiori sono ermafroditi e appaiono raccolti in infiorescenze, spesso cimose.. E infine, i frutti sono capsulari o follicolari.

Metabolismo CAM delle crassulaceae

Vivendo in habitat dove le temperature sono molto alte, spesso sopra i 40 ° C durante il giorno, si sono evoluti per fare il meno possibile mentre il sole è fuori. Per questo, eseguire la fotosintesi in due fasi separate: la luce in cui l'acido malico viene rilasciato e fornito per la formazione dei carboidrati e il buio in cui assorbono l'anidride carbonica.

Cosa sono?

Sono tutte le piante che appartengono a queste famiglie botaniche:

  • Crassuloidee
  • Cotiledonoideae
  • echeverioideae
  • Kalanchoideae
  • Sedoideae
  • Semprevivoideae

Per facilitarne l'identificazione, ecco una galleria fotografica:

Come vengono curati?

Se desideri averne una copia, ti consigliamo di fornire le seguenti cure:

  • Posizione: fuori, in pieno sole. Certo, se non sono mai stati esposti al re delle stelle, devi abituarti a loro poco a poco e gradualmente per evitare che brucino.
  • Terra:
    • Vaso: substrato di coltivazione universale mescolato con perlite in parti uguali.
    • Giardino: è indifferente purché abbia un buon drenaggio.
  • irrigazione: 2-3 volte a settimana in estate e ogni 10-15 giorni il resto dell'anno.
  • Abbonato: dalla primavera all'estate con concime per cactus e altre piante grasse, seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.
  • Tempo di semina o trapianto: in primavera. Se è in vaso, devono essere trapiantati ogni 2 anni.
  • Moltiplicazione: per seme o talea in primavera-estate. L'Echeveria anche per talea di foglie.
  • Rusticità: la maggior parte non supporta il gelo. Forse fino a -2 ° C purché puntuali. In caso di dubbio, contattaci.

Cosa ne pensi delle crassulaceae?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Alan suddetto

    Grazie mille Mónica Sánchez, che ci fornisci informazioni concise e pertinenti.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Siamo contenti che tu l'abbia trovato interessante, Alan. 🙂