Echinocereus coccineus: un cactus tanto semplice quanto bello

Il cactus, Echinocereus coccineus, è facile da curare

Sotto il curioso nome di echinocereus coccineus nasconde una varietà di cactus che potresti aver visto centinaia di volte. Conosciuto anche come cactus del fuoco o cactus scarlatto e originario del Nord America.

Sono cactus molto popolari per i loro attraenti fiori rossi e potresti pensare di aggiungerli alla tua collezione. Se è così, presta attenzione alle sue caratteristiche più notevoli e alle cure di cui questa specie ha bisogno.

Caratteristiche dell'Echinocereus coccineus

Il cactus del fuoco (chiamato così per i suoi sorprendenti fiori rossi) appartiene alla varietà Echinocereus. Questi sono cactus cordonati, di dimensioni tra piccole e medie, con fusti cilindrici, con fiori grandi e frutti generalmente commestibili.

Il nome del genere deriva dal greco “equinos” che significa “riccio” e dal latino “cereus” che si riferisce ad una candela. Con questa immagine in mente possiamo identificare i cactus echinocereus molto più rapidamente. Ci sono delle date poco più di 85 specie diverse.

Essendo l'echinocereus coccineus, il cactus scarlatto presenta alcune caratteristiche che lo rendono unico:

  • Steli. Come in altre varietà di questo genere o specie, i fusti di questo cactus sono cilindrici e solitamente crescono individualmente o in piccoli gruppi. Può raggiungere i 30 centimetri di altezza e dai quattro ai sette centimetri di diametro.
  • Spine. L'intero fusto della pianta è ricoperto di spine di colore che può variare dal giallo al marrone. Sono disposti a forma di spirale e quelli più lunghi sono verso l'alto.
  • Fiori. Questo cactus produce fiori di diametro compreso tra i quattro e i sei centimetri, a forma di imbuto e dotati di numerosi petali. Sebbene il fiore più popolare sia il rosso, esistono anche varietà con fiori rosa o arancioni.
  • Frutta. I frutti di questa pianta sono piccoli e di forma allungata. Al loro interno troviamo i semi che permettono al cactus di riprodursi.

Echinocereus coccineus, cure richieste da questo cactus

Abbi cura di avere il tuo Echinocereus coccineus a casa

Come con altri cactus, questo lo è relativamente facile da curare. Ma questo non bisogna mai intenderlo nel senso che la pianta non ha bisogno di attenzioni. In effetti, non dare a un cactus le cure di cui ha bisogno è il motivo più comune per cui non cresce come dovrebbe, o addirittura muore.

Luce per il cactus

È originario delle zone calde, quindi crescerà molto meglio se lo metti in un luogo dove riceve a minimo sei ore di luce al giorno, se può essere modo diretto, anche meglio.

Se hai il cactus in casa, la posizione migliore è posizionare il vaso vicino a una finestra con una buona luce.

Temperatura per echinocereus coccineus

La cosa bella di questa pianta è questa può resistere a condizioni di caldo estremo, anche se la sua temperatura ideale è compresa tra 18º C e 29º C.

Ciò che questa specie non tollera sono il freddo e il gelo. Pertanto, se lo tenete all'aperto, proteggetelo durante l'inverno, oppure portatelo in casa, se volete che sopravviva.

Medio di cultura

Il modo più semplice per vedere il tuo cactus crescere sano e forte è utilizzare un substrato specifico per questo tipo di piante, che viene lavorato in modo tale da avere una grande capacità drenante.

Puoi però anche utilizzare un substrato di tipo universale e aumentarne la capacità drenante aggiungendo un po' di corteccia d'albero, di cocco, sabbia o perlite. Inoltre, posizionando sul fondo della pentola alcune pietre o un pezzo di spugna.

Annaffiare questo cactus

Cactus echinocereus coccineus con fiori

L'Echinocereus coccineus è quindi molto resistente alla siccità La sua annaffiatura dovrebbe essere qualcosa di meramente occasionale. Idealmente, dovresti attendere che il substrato sia completamente asciutto prima di annaffiare nuovamente.

In primavera e in estate, periodo in cui la pianta cresce, sarà sufficiente annaffiare una volta ogni due o tre settimane, e sempre senza bagnarsi. Durante l'autunno e l'inverno è sufficiente annaffiare una volta al mese, o anche distanziare ulteriormente l'irrigazione.

Utilizzate sempre vasi che abbiano un buon foro per il drenaggio, meglio se di terracotta, perché accumulano meno umidità. Se metti un sottovaso sotto per raccogliere l'acqua in eccesso derivante dall'irrigazione, assicurati di svuotarlo.

Fecondazione dei cactus

La maggior parte dei cactus cresce lentamente, ma puoi stimolarne lo sviluppo con un fertilizzante specifico per questo tipo di pianta. Ricordati di applicarlo solo durante la stagione di crescita e non abusare del prodotto.

Trapianto di cactus

Se vedi che il piatto è diventato piccolo, approfitta del inizio primavera per spostare il tuo echinocereus coccineus in a vaso leggermente più grande. È sufficiente che sia qualche centimetro più largo di quello attuale; non è mai una buona idea scegliere per le proprie piante contenitori molto più grandi di loro.

Il trapianto si effettua quando le radici hanno riempito completamente il diametro dell'attuale vaso. In condizioni normali, è sufficiente farlo ogni due o tre anni.

Tieni presente che l'intero stelo è ricoperto di spine, quindi devi prendere le precauzioni estreme quando lo maneggi. Se usi guanti da lavoro e pinze Eviterai ferite che possono causare irritazione.

Protezione contro parassiti e malattie

Come proteggere e prendersi cura del tuo Echinocereus coccineus

La cocciniglia È il più grande nemico dei cactus, perché può ucciderli rapidamente. Se noti sintomi di infestazione, agisci il più rapidamente possibile e separa il cactus malato dagli altri cactus o piante grasse in modo che la cocciniglia non si diffonda.

Per quanto riguarda le malattie, questo cactus è molto resistente, ma Può sviluppare funghi se raccoglie troppa umidità nelle sue radici.

Seguendo queste linee guida per la cura, ti assicurerai che il tuo Echinocereus coccineus cresca forte e ti regali la bellezza dei suoi fiori impressionanti in ogni stagione. Puoi averla sia come pianta da interno che da esterno, ma fai attenzione a proteggerla dal freddo in inverno se la hai fuori casa.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.