Il mandorlo, un bellissimo albero da giardino

Flores

El mandorla, il cui nome scientifico è PrunusÈ Albero da frutta la cui origine è nell'Asia centrale. Tuttavia, si è naturalizzato in tutto il Mediterraneo.

È un albero di media altezza, adatto per piccoli giardini, poiché non supera i cinque metri e, inoltre, supporta bene la potatura, potendo così controllarne la crescita abbastanza facilmente.

La sua crescita è abbastanza rapida. Le sue foglie, lanceolate, verdi e lunghe circa 5 cm, si comportano come decidue, cioè cadono in inverno. I fiori hanno cinque petali, che possono essere bianchi o rosa.

È un albero che fiorisce in primavera. Ma se le condizioni meteorologiche lo consentono, la fioritura può essere anticipata all'inverno (verso la fine di gennaio nell'emisfero settentrionale) ma se ciò accade, normalmente questi fiori non possono essere concimati a causa del tempo di febbraio, nel quale possono esserci gelate o gelate leggere che le fanno appassire. Pertanto, il mandorlo non ha altra scelta che fiorire una seconda volta dopo che il freddo è passato.

Mandorla

In giardino può essere utilizzato come esemplare isolato, in gruppi, o in allineamento con altri mandorli o altre specie. È un albero molto ornamentale, soprattutto quando è in fiore, che non causerà alcun problema. E quello, senza contare quello i suoi petali, quando si cade, vestire il pavimento in modo spettacolare (vedi foto sotto).

Se vuoi, puoi piantare una piccola pianta rampicante (o, in mancanza, una crescita controllabile) per arrampicarti sull'albero.

Petali a terra

Non è impegnativo. Ma vivrà meglio nei climi temperati caldi, con gelate molto leggere e in terreni calcarei. Resiste perfettamente alla siccità da adulto (quelli che vedete nelle foto vivono con 350 litri all'anno). È uno degli alberi da frutto che necessita di meno ore di freddo per ottenere frutti.

Cosa pensi?

Maggiori informazioni - Tipi di potatura degli alberi da frutto


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   inazio suddetto

    Congratulazioni per il blog, Monica, contiene tantissime informazioni utili!
    Una domanda sul mandorlo: che ne dici delle sue radici, sono verticali / pulite o potrebbero creare problemi a 2 metri da un muro e tre da una piscina?
    Grazie per la condivisione!

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Inazio.
      Siamo contenti che ti piaccia il blog. 🙂
      Rispetto al mandorlo. Vediamo, le radici non sono invasive. Ne ho uno appena incollato - quello che si dice incollato incollato, intendiamo che il muro è stato fatto quasi sopra di esso - ed è un albero che è già abbastanza grande e non ha causato alcun problema. Ora, la sua cosa è piantarla a una distanza di 3-4 metri, non per le radici ma piuttosto per la chioma che può essere abbastanza ampia.
      Saluti.

    2.    Jazmin suddetto

      Ciao
      Mi hanno regalato un mandorlo, che era già un bastoncino con 2 foglie. In questo momento è cresciuto poco e ha molte foglie. Ma nel quartiere dove abito, tutti i servizi (gas, luce, acqua, ecc.) sono via terra e il muro di casa mia è a 1.5 metri dall'albero e ho letto e mi hanno detto che non è adatto per piantare su marciapiedi? dovrò trapiantarlo in un quadrato ????

      1.    Monica Sanchez suddetto

        Ciao Jazmin.
        Il mandorlo, PrunusÈ un albero a cui non piace troppo stare in una pentola. Anche se può viverci bene se viene potato regolarmente. Comunque, quella distanza di 1,5 metri va bene. È piccola, ma non è una pianta che abbia radici invasive.

        Al contrario, il mandorla tropicaleo Terminalia CatappaDeve essere a terra.

        Se hai ulteriori domande, chiedi.

        Saluti.

  2.   Maria Teresa suddetto

    Ciao Monica:
    Vivo a Salamanca e ho un mandorlo di diversi anni fa e, fino ad ora, mi ha tenuto abbastanza bene anche se cresce lentamente.
    La stagione della potatura autunnale è passata. Verso la primavera Quando è meglio potare, prima della fioritura o dopo? Quanto tempo prima o dopo?
    Grazie.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Maria Teresa.
      In quei casi, è sempre meglio aspettare che finisca di fiorire se non dà frutti o non ti interessa. Subito dopo la fioritura, quando vedi i fiori esaurirsi.

      Se è fruttifero e sei interessato a provare le mandorle, consiglierei di aspettare di più l'inizio / metà autunno o il tardo inverno a venire.

      A proposito, se vuoi puoi unirti al nostro appena creato gruppo facebook 🙂

      Saluti.