Kalanchoe daigremontiana: cura

La Kalanchoe daigremontiana è una succulenta

Immagine - Wikimedia / CrazyD

Le Kalanchoes sono piante molto, molto interessanti. Non solo sono belli, ma si caratterizzano anche per la loro notevole resistenza alla siccità. Inoltre, sebbene siano coltivate solo circa 20 o 30 specie diverse delle 125 che sono state descritte, quelle sono ancora tante, così tante che non sarà difficile per te decorare con loro. Uno dei più comuni è K. daigremontiana, noto anche come spina dorsale del diavolo

ma, sai come prenderti cura di a Kalanchoe daigremontiana? Individuarlo è facile, ma tenerlo in vita è un'altra storia. In modo che tu sappia come raggiungerlo, di seguito spiegheremo come raggiungerlo.

Come prendersi cura di un Kalanchoe daigremontiana?

La Kalanchoe daigremontiana è una succulenta

Immagine - Wikimedia / JMK

È una succulenta a crescita rapida ha bisogno di pochissime cure, ma come per il resto specie di kalachoe, devi controllare molto l'irrigazione in modo che non abbia problemi. Ma credetemi quando vi dico che se il terreno in cui andrà a crescere è scelto bene, solo così si può in gran parte impedire alle radici di soffrire. Anche se, ovviamente, non è l'unica cosa da fare:

È indoor o outdoor?

El Kalanchoe daigremontiana, popolarmente chiamata aranto o spina dorsale del diavolo, è una succulenta originaria del Madagascar sudoccidentale. Il clima è tropicale, quindi non è geneticamente preparato per resistere al gelo, però può resistere fino a -1ºC senza subire troppi danni.

Così, nei climi freddi (o con inverni del genere) viene tenuto al chiuso, ma per il resto viene coltivata con successo all'aperto. In quest'ultimo molto va controllato, soprattutto se si vive in una regione arida o semiarida, poiché può finire per essere una pianta invasiva.

Sole o ombra?

È importante che sia posizionato in un luogo soleggiato, anche all'interno dovrebbe ricevere luce diretta (naturale)., quindi non esitare a metterlo vicino a una finestra. Inoltre, considerando che è una pianta piccola, nonostante possa misurare fino a 1 metro di altezza, sviluppa fusti molto sottili spessi appena 1 centimetro, quindi può essere coltivata in vaso per tutta la sua vita.

Ma attenzione: se non sei mai stato al sole prima, dovresti abituarti poco a poco per non scottarti. Per fare questo, devi esporlo al re delle stelle un'ora al giorno, al mattino presto o al tramonto. Con il passare delle settimane, aumenta il tempo di esposizione di 1 ora ogni sette giorni.

Cosa mai, ripeto, non dovresti mai farlo è metterlo in una stanza dove non c'è quasi luce. In queste condizioni, i loro steli si piegheranno man mano che crescono nella direzione di qualsiasi fonte di luce, come il riflesso del sole su un mobile. E non solo: ma finirebbe anche per perdere colore e indebolirsi.

Di che terreno hai bisogno?

El Kalanchoe daigremontiana cresce senza problemi in terreni leggeri che hanno un buon drenaggio. Se è in vaso, puoi scegliere di piantarlo in un substrato per cactus e piante grasse (che puoi acquistare qui), o in una cultura universale contenente perlite.

Se hai intenzione di tenerlo in un vaso, ricordati di trapiantarlo in uno più grande se vedi delle radici che escono dai buchi presenti e/o se ha già occupato tutto lo spazio che aveva.

Quando e come annaffiarlo?

La calancha cresce velocemente

Immagine - Wikimedia / Anneli Salo

Come vi avevamo anticipato all'inizio, è una pianta che non ha bisogno di essere annaffiata molto, nemmeno in estate. Resiste molto bene alla siccitàanche durante un'ondata di caldo. Questo non significa che non debba mai essere annaffiato, ma piuttosto che se passa una settimana senza ricevere una goccia d'acqua, sicuramente non le succederà nulla, soprattutto se viene coltivata indoor.

Ma perché cresca bene e sia in salute, si consiglia di annaffiarlo una volta alla settimana durante l'estate, e una volta ogni due settimane o 20 giorni il resto dell'annoFinché non piove. Verseremo l'acqua necessaria fino a quando non esce dai fori di drenaggio del vaso, o fino a quando non sarà ben inzuppata se viene piantata nel terreno.

Deve essere pagato?

Se coltivato in climi temperati o freddi, sì, perché avrai bisogno di quell'aiuto in più per superare l'inverno (anche se sei al chiuso). In questi luoghi è necessario iniziare a pagare in primavera e continuare fino alla fine dell'autunno. Per fare questo, puoi applicare un fertilizzante liquido per cactus e piante grasse, come è, seguendo le istruzioni sulla confezione (normalmente bisogna diluire una piccola quantità in un litro d'acqua prima di aggiungerla alla kalanchoe).

Ma quando viene tenuto in climi caldi, come nelle regioni costiere della penisola iberica, così come negli arcipelaghi delle Canarie e delle Baleari, non è raccomandato perché questa concimazione lo aiuterà solo a crescere e moltiplicarsi più velocemente.

Come si moltiplica?

Ottieni nuove copie del tuo Kalanchoe daigremontiana È così facile che devi solo fornire le cure che ti abbiamo detto finora. E niente di più. il solo non ci vorrà molto per produrre numerosi polloni che germoglieranno dal bordo delle foglie. Non appena hanno delle radici, puoi separarle dalla pianta madre e piantarle in vaso.

Cosa fare in modo che il fiore del Kalanchoe daigremontiana scoppio?

I fiori della Kalanchoe daigremontiana sono rossi

Immagine - Wikimedia / Ianaré Sévi

Non è facile vedere il fiore del Kalanchoe daigremontiana. E poiché produce anche molti polloni, quasi nessuno pensa di propagarlo per seme. Ma se vogliamo fare qualcosa per farlo fiorire, il mio consiglio è questo: non coccolarlo troppo.

Vale a dire, Devi assicurarti che la terra non sia asciutta per molto tempo, proteggerla dal freddo se vivi in ​​una zona in cui sono registrate le gelate, e cambia la pentola se è nella stessa pentola da più di tre anni, ma oltre a questo, non prestarci troppa attenzione, non è necessario.

Quali sono le proprietà di Kalanchoe daigremontiana?

Esistono diverse specie di calanchoie che sono state utilizzate come rimedi casalinghi per curare diverse malattie. Uno di questi è K. daigremontiana, che è tradizionalmente usato per curare le ferite e curare i sintomi delle malattie respiratorie, gastrointestinali e genitourinarie. Ma Non ci sono prove scientifiche che dimostrino che sia davvero efficace contro queste patologie, e ancor meno contro il cancro., come spiegato in questo articolo sul web Nauka.

Inoltre, dovresti sapere che contiene un glicoside cardiaco, la daigremontianina, che a dosi elevate è tossica e può anche causare la morte nei piccoli animali.

Cosa ne pensi del file Kalanchoe daigremontiana? Hai il coraggio di averne uno?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.