Dipladenia: malattie

La dipladenia può avere malattie

La Dipladenia è una pianta ampiamente coltivata, sia indoor che in patii e giardini. Può crescere velocemente, ma senza dubbio ciò che ci attrae di più sono i suoi bellissimi fiori a forma di campana. Pertanto, quando vediamo che ha una malattia, ci preoccupiamo.

Ora, dovresti sapere che, in generale, è molto più resistente di altri alpinisti. Comunque, è importante sapere quali sono le malattie della dipladenia e come trattarle.

Perché malato?

La dipladenia a volte può farti ammalare

La prima cosa su cui essere chiari è che il dipladenia Non è una pianta vulnerabile alle malattie, ma quando le condizioni di crescita o le cure ad essa riservate non sono adeguate, allora può succedere che i microrganismi, come funghi, batteri e virus, la danneggino.

La dipladenia è facilmente curabile
Articolo correlato:
Dipladenia: assistenza in patria e all'estero

Quindi devi prima sapere ciò che promuove l'infezione Per evitarlo il più possibile:

  • Irrigazione in eccesso: quando annaffiamo troppo spesso, senza lasciare asciugare un po' il terreno, le radici esauriscono l'aria, poiché le molecole di ossigeno semplicemente scompaiono man mano che viene aggiunta sempre più acqua.
  • Mancanza di irrigazione: sebbene sia difficile per un fungo, batteri e/o virus infettarlo quando ha sete, bisogna tenere presente che ci sono alcuni parassiti, come mosche bianche o cocciniglie, che sono attratti dalle piante deboli e che possono stimolare il aspetto del fungo nero. Questo fungo copre le foglie con uno strato nerastro, impedendo loro di respirare.
  • Eccesso di umidità (interno): Non stiamo parlando di annaffiare troppo, ma che all'interno della casa ci sia un'umidità ambientale molto elevata e temperature miti durante l'inverno. Queste condizioni sono ideali per i funghi, come la botrite.
  • Piantalo in un terreno compatto e pesante: terreni che non drenano bene l'acqua creano solo problemi ad una grande varietà di piante, come la dipladenia, poiché le radici non solo non crescono bene, ma rimangono anche bagnate a lungo, con il conseguente rischio di marcire.
  • Cattive abitudini: piantare la dipladenia in un vaso senza buchi, o mettere un piatto sotto il contenitore senza scolarlo dopo ogni annaffiatura, non va bene. L'acqua rimane stagnante e le radici muoiono. Allo stesso modo, se utilizziamo un mezzo di coltura "vecchio", cioè uno che è stato utilizzato per piantare altre piante, corriamo il rischio di far ammalare la dipladenia, poiché in esso possono essere presenti spore di funghi, batteri e/o virus.

Quali sono le malattie che puoi avere?

Ora che sappiamo quali sono le cause, vediamo quali sono le malattie che possono colpirti:

Funghi del suolo

I funghi del suolo causano danni

Immagine – Wikimedia/Mary Ann Hansen

I funghi e oomiceti Gli agenti patogeni, come Phytophthora o Pythium, Rhizoctonia o Sclerotium, sono microrganismi che attaccano le radici. Sono favoriti da suoli sempre umidi (non allagati ma quasi) e da temperature miti, 15ºC o più.. Pertanto, i sintomi non saranno visibili ad occhio nudo poiché le radici sono all'interno del vaso e crescono nel terreno, ma possiamo intuire, o almeno sospettare, che qualcosa non va nella nostra dipladenia se vediamo quanto segue:

  • Il terreno non è solo molto umido, ma inizia a crescere la muffa bianca.
  • Lo stelo o il tronco comincia ad avere un cattivo aspetto: può sembrare marrone, nerastro, ammuffito e può anche essersi "assottigliato".
  • Le foglie iniziano a essere cattive, con macchie marroni.

Da fare? In questi casi, l'irrigazione deve essere sospesa, cambiare il substrato se è in una pentola e applicare un fungicida che contenga rame (come è, che bisogna diluire in 15 litri di acqua) il prima possibile.

Funghi fogliari e floreali

Esistono altri funghi che colpiscono maggiormente la parte aerea delle piante, cioè le foglie, i fiori e i frutti. Se devo essere sincero, non ne ho visti dipladenia infettata da loro, ma questo non significa che non possa esserlo. E se, ad esempio, lo irroriamo quotidianamente con acqua senza sapere che l'umidità ambientale è molto alta e quindi non ha bisogno di questi spray, favoriamo la comparsa di questi microrganismi, come botrite, ruggine, muffa e/o oidio.

I sintomi sono facili da vedere quando compaiono su foglie, fiori e/o steli. Sono queste:

  • Muffa bianca o grigiastra in alcune di queste parti
  • Foglie con macchie marroni
  • Aspetto di macchie arrotondate rosse o arancioni sulle foglie (ruggine)

Da fare? In questi casi, è meglio potare le parti interessate con forbici precedentemente disinfettate, e applicare fungicida polivalente come Nessun prodotto trovato., che ora è pronto per l'uso.

batteri

È estremamente raro che una dipladenia si ammali a causa dei batteri, ma non è impossibile. Infatti, un studio, lo ha scoperto la specie che causa la tubercolosi dell'oleandro in Nerium oleandro, la Pseudomonas savastoni, si è evoluto per dare origine a una nuova varietà, la Pseudomonas savastoni p.v. mandeville pv. nov. E provoca questi sintomi:

  • Macchie necrotiche su foglie e steli
  • foglie con protuberanze

Da fare? L'unica cosa che si può fare è rimuovere le parti interessate. Il miglior trattamento è la prevenzione, e questo si ottiene acquistando piante sane e facendo in modo che non manchi loro nulla.

virus

Dipladenia è uno scalatore facile da coltivare

Succede qualcosa con i virus, sembra che con i batteri: solo uno è noto per influenzare la dipladenia. È uno che in inglese è conosciuto come Virus del mosaico della dipladenia (DipMV) e quello tradotto in spagnolo sarebbe qualcosa di simile al virus del mosaico della dipladenia. est può essere trasmessa da qualche parassita, oppure può entrare attraverso un microtaglio causati, ad esempio, da potature effettuate con attrezzi contaminati.

I sintomi sono, come suggerisce il nome, comparsa di mosaici sulle foglie di colore verde, bianco o addirittura giallastro. Sfortunatamente, non esiste un trattamento, basta rimuovere le parti interessate, prendersi cura della pianta e attendere.

Come puoi vedere, ci sono diverse malattie che la dipladenia può avere. Fortunatamente, mantenendolo ben idratato e fertilizzato, puoi ridurre notevolmente il rischio che diventi debole e vulnerabile alle infezioni.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.