Pedilanthus, la “spina dorsale del diavolo” che vi sorprenderà con la sua bellezza

Pedilanthus, la “spina dorsale del diavolo” che vi sorprenderà con la sua bellezza

Il regno vegetale conta milioni di specie che non smettono mai di sorprenderci con la loro capacità di adattamento all'ambiente e con la loro bellezza. Questo è quello che succede con lui pedilanto. Questa volta vi parleremo del pedilanthus tithymaloides, conosciuto anche come spina del diavolo.

Una succulenta sempreverde che ricorda da vicino un arbusto. Se vuoi aggiungerlo alla tua collezione, presta attenzione a tutto ciò che è importante sapere al riguardo.

Origine e habitat del pedilanto

Origine e habitat del pedilanto

Abbiamo incardinato questa succulenta all'interno del famiglia delle Euphorbiacee. È originario dell'America centrale e dei Caraibi, dove cresce nelle foreste secche, nelle savane e nelle zone rocciose.

Il suo soprannome, spina del diavolo, deriva dalla sua forma caratteristica. Con fusti eretti che ricordano in una certa misura la forma della colonna vertebrale.

Ma non lasciatevi spaventare da questo soprannome, perché sotto c'è una bellissima pianta che non richiede molte attenzioni.

Caratteristiche fisiche che identificano il pedilanto

Caratteristiche fisiche che identificano il pedilanto

Ecco alcune delle caratteristiche principali che ti aiuteranno a identificare che sei in presenza di un pedilanto e non di un'altra succulenta:

Dimensioni

Si tratta di una pianta di dimensioni moderate, con esemplari che raramente superano i 90 centimetri di altezza, anche se tutto dipende dalle condizioni a cui è esposta.

Il suo portamento è eretto e colonnare, il che gli conferisce questo aspetto distintivo da cui deriva il suo soprannome.

Gambi

I fusti di questa pianta sono carnosi e cilindrici, come di consueto nelle piante grasse della famiglia delle Euphorbiaceae. Il loro colore può variare dal verde scuro al verde più giallastro, ed è normale che acquisiscano una tonalità legnosa con l'invecchiamento del pedilanto.

Gli steli crescono verticalmente dalla base, formando una struttura densa e ramificata che ricorda una spina dorsale.

Fogliame

Le foglie sono variegate e tendono a incurvarsi con l'età, acquisendo una forma simile a un cucchiaio. Sono piccoli e di forma lanceolata, disposti lungo i fusti a spirale.

Di solito sono di un colore verde che può essere più o meno intenso., ma esistono anche alcune varietà con foglie variegate che abbinano il verde ad una tonalità bianca.

Flores

Nell'Euphorbia tithymaloides i fiori sono generalmente di colore rosso vivo o arancione, cosa che li fa risaltare nonostante le loro piccole dimensioni.

I fiori compaiono sulla punta degli steli durante i mesi più caldi dell'anno e È normale che siano raggruppate in infiorescenze terminali.

Di quali cure ha bisogno il pedilanto?

Di quali cure ha bisogno il pedilanto?

Le piante grasse non sono esigenti in termini di cure, ma ciò non significa che possiamo dimenticarcene. Attualmente si Non prestiamo loro la minima attenzione, Potrebbero presto iniziare a mostrare segni di avvizzimento.

Per rendere il tuo pedilanto bello e sano come dovrebbe essere, applica i seguenti consigli per la cura:

Luz

In un clima come quello europeo, questa varietà funziona meglio come pianta d'appartamento. Se la piantate all'esterno assicuratevi che sia in un luogo riparato, perché in seguito vedremo che non sopporta molto bene il freddo.

Cerca una posizione per il tuo pedilanto dove riceva diverse ore di luce al giorno, ma sempre luce indiretta. Come con altre piante grasse, Se esponi la pianta al sole diretto per lungo tempo, le foglie potrebbero bruciarsi.

Temperatura

Originaria delle regioni calde, questa succulenta ha dimostrato di possedere un buon adattamento ai diversi climi. Tuttavia, preferisce comunque temperature calde tra i 18º e i 27º C. Se potete fornirgli un ambiente caldo, Noterai che cresce rapidamente e diventa più folto.

Anche se puoi tenerlo all'aperto, ricorda di proteggerlo durante l'inverno. Posizionate il vaso in un luogo dove non riceva correnti d'aria o sia direttamente esposto al gelo, perché il freddo eccessivo potrebbe distruggerlo rapidamente.

Annaffiare il pedilanto

Annaffiare le piante grasse è uno degli aspetti più delicati della loro cura. Il segreto è fornire la giusta quantità di acqua, senza eccederla. Per fare questo, annaffiare solo quando vedi che lo strato superiore del substrato è completamente asciutto, il che, in pratica, Equivale ad irrigare una volta alla settimana, o anche ogni due settimane.

Durante l'inverno la pianta entra in uno stato di dormienza e non cresce, quindi il suo bisogno di nutrienti è minore. Ciò significa che puoi distanziare ancora di più l'irrigazione.

Suolo

Utilizzare un substrato ben drenato e leggero che consenta una buona aerazione e l'espulsione dell'acqua in eccesso dell'irrigazione. Puoi aggiungere un po' di sabbia o perlite a un substrato universale, oppure optare per un substrato speciale per cactus e piante grasse, in vendita in tutti i tipi di stabilimenti di giardinaggio.

Inoltre, assicurati che il piatto Ha un foro di drenaggio attraverso il quale può defluire l'acqua in eccesso dopo l'irrigazione. E ricordati di rimuovere il piatto in modo che non si accumuli lì e venga nuovamente assorbito dalla pianta.

fecondazione

Non esagerare con il fertilizzante per non danneggiare le radici della pianta. Puoi usare fertilizzanti fatti in casa o commerciali, ma sempre con moderazione.

Tutto quello che devi fare è aggiungere un po' di fertilizzante all'acqua di irrigazione ogni quattro-sei settimane tra i mesi primaverili ed estivi.

Potatura

Non è una pianta a crescita alta, quindi non necessita di potature regolari. Quello che puoi fare è tagliare gli steli per controllarne la forma.

Moltiplicazione

Se volete avere in casa più esemplari di pedilanto, potete riprodurre la pianta attraverso una talea. Taglia un gambo dall'aspetto sano, ilRimuovi alcune foglie inferiori, lascia guarire la ferita per un paio di giorni e poi puoi piantare direttamente il taglio.

Tra qualche settimana te ne accorgerai Si è impadronito della terra perché sta sviluppando le proprie radici. A Man mano che acquisisce forza e dimensioni, considera di piantarlo in un vaso più grande.

Reimpianto-

In un paio d'anni le radici possono riempire completamente un vaso, ed è allora che si consiglia di trapiantare. Per migliorare il risultato, utilizzate un vaso di pochi centimetri più grande di quello attuale, e utilizzate substrato fresco.

È così facile avere un pedilanto bello e ben curato. Puoi raccontarci la tua esperienza con questa varietà?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.