Come piantare l'albicocca in una pentola? le chiavi importanti

Come piantare un'albicocca in vaso

Se hai mangiato albicocche, molto probabilmente hai pensato che, se avesse un sapore così buono, la germinazione del nocciolo potrebbe permetterti di goderti quelle prelibatezze in pochi anni. Ma come piantare l'albicocca in una pentola?

Può essere fatto dall'osso? Dalle piantine? Come dovrebbero essere curati? Se in questo momento hai tutti questi dubbi, cercheremo di risolverli in modo che tu possa avere un'albicocca in vaso per molti anni. Fallo?

Come piantare l'albicocca in un vaso

frutti di albicocca

Le albicocche si possono ottenere dai noccioli, ma anche dalle piantine. Una delle cose che dovresti tenere a mente è che far germogliare un osso non è facile e, inoltre, ciò non garantisce che darà i suoi frutti. Infatti la cosa normale quando si ha un'albicocca è doverla innestare dopo due anni per garantire che fruttifica davvero.

Pertanto, ci concentreremo sull'avere un'albicocca con piantine o giovani alberi in vaso. Sono quelli che impiegano più tempo ad aspettare perché di solito hanno 1-2 o anche 5 anni (e impiegare così tanto tempo perché un osso germogli e raggiunga quell'altezza non è affatto facile).

Quando pianti l'albicocca in un vaso, devi tenere conto di quanto segue:

Vaso di fiori

Il vaso di un albicocco, come quello di qualsiasi altro albero da frutto, deve essere abbastanza profondo. Qui non devi più preoccuparti tanto della larghezza, ma della profondità che può avere perché gli alberi da frutto hanno bisogno di molto spazio per sviluppare le loro radici.

Quindi prova a scegliere i vasi in base alla loro dimensione e profondità. Se non hai intenzione di spostarlo dal sito, puoi pensare a uno in ceramica. Ma il nostro consiglio è di scegliere la plastica perché sarà più facile da trasportare (e vi diremo perché più avanti).

sottofondo

Un'altra parte importante che devi tenere in considerazione quando pianti le albicocche in un vaso è il substrato che utilizzerai.

È vero che questo albero da frutto si adatta a chiunque. Ma non tanto se il substrato è di quelli che si mantiene molto umido o è molto argilloso, perché preferisce i terreni asciutti a quelli umidi. Né è opportuno che tu metta un terreno con molti nutrienti, poiché è controproducente per questo albero. Uno più normale è preferibile e fertilizzare molto occasionalmente quando l'albicocca.

Raccomandiamo, durante la semina, di mescolare questo substrato con perlite o simili in modo che abbia molto drenaggio. Se teniamo conto che è un albero che gradisce poca acqua, questo aiuterà ad evitare accumuli di acqua che potrebbero danneggiare le radici.

ramo di albicocche

Plantare

Quando lo pianti, la prima cosa da fare è mettere una base di terra sul fondo del vaso. Successivamente, metti a dimora l'albicocca assicurandoti che le radici siano libere e che possano crescere senza problemi.

Vai a riempire di terra attorno ad esso assicurandoti che sia il più dritto possibile. Di tanto in tanto dovrai frantumare il terreno per evitare di lasciare spazi o bolle d'aria che potrebbero destabilizzare la pianta.

Quando hai finito, annaffia bene e mettilo in un luogo semi-ombreggiato per un paio di giorni e poi spostalo nella sua posizione definitiva (per un po').

La cura più importante per le albicocche in vaso

albicocca sull'albero

Ora che hai piantato la tua albicocca in vaso, non c'è molto che puoi fare. Ma è importante che tu sappia qual è la cura principale per questa pianta in modo da poterla dare a loro. Li conosci? Qui li lasciamo.

Posizione e temperatura

Come un buon albero da frutto, anche se hai un albicocco in vaso, è importante averlo in un luogo con molto sole. Certo, non ama le correnti d'aria, quindi dovrai evitarle quando possibile.

Un altro aspetto importante, e motivo per cui vi abbiamo avvertito prima, è che le albicocche non tollerano affatto bene le basse temperature, quindi dovete stare molto attenti che non le influenzino. A volte dovrai spostare il vaso in un altro posto o proteggerlo con una rete o simili per evitare problemi.

Substrato e vaso

Per quanto riguarda il substrato, quando lo hai in vaso devi assicurarti che abbia la sostanza organica necessaria affinché si sviluppi correttamente. Ma anche un po' di drenaggio in modo che la terra non si compatti troppo. Quello che alcuni fanno per evitare allagamenti è posizionare pietre o fibra di cocco per aiutare ad assorbire l'acqua e l'umidità in eccesso.

Inoltre, devi assicurarti che il vaso sia abbastanza profondo per l'albero da frutto, altrimenti può rallentarne lo sviluppo e persino farlo ammalare.

trapianto

In relazione a quanto sopra, devi tenere presente che, annualmente se si tratta di esemplari giovani, o ogni due anni se sono più grandi, dovrai trapiantarli in un altro vaso.

Certo, in questo caso devi farlo in inverno, non in primavera, perché va fatto prima che cominci a germogliare. Se aspetti troppo a lungo potresti avere problemi.

irrigazione

A seconda del clima che si ha nella zona, l'irrigazione sarà più o meno abbondante. È un albero da frutto che ha bisogno di acqua, potendo richiederla tra 2 e 3 volte a settimana, o anche quotidianamente in estate.

In inverno, invece, le annaffiature settimanali sono più che sufficienti, purché non piova (e cada). Se ciò accade è meglio non innaffiarlo da soli ma lasciarlo alla natura.

fertilizzante

L'albicocca in vaso non è una pianta che necessita di molto fertilizzante. È preferibile, infatti, aggiungere compost o fertilizzanti fatti in casa a quelli che si trovano nei negozi o nei vivai.

Pertanto, letame migliore, tè alla banana, fondi di caffè, gusci d'uovo, ecc. prima di ogni altra cosa.

Dovresti anche aggiungerlo solo una volta, in primavera quando ha bisogno di un po' più di energia per portare a compimento i frutti che sta sviluppando.

Parassiti e malattie

Funghi, batteri, afidi, cocciniglie... Ci sono molte cose che possono influenzarlo, sia insetti che problemi con cure precedenti. Ecco perché è importante seguire le indicazioni per prevenire problemi.

Come puoi vedere, piantare un'albicocca in vaso e prendersene cura non è difficile. Devi solo avere una guida per aiutarti e speriamo che questo lo faccia. Hai il coraggio di piantarne e prenderti cura di uno?


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.