Piante aeree: caratteristiche e cura

Tillandsia fasciculata, una pianta aerea

Tillandsia fascicolata // Immagine - Wikimedia / Hans Hillewaert

La natura ha creato piante davvero uniche: alcune sono molto alte, come se volessero raggiungere il cielo, altre crescono in zone ombreggiate, dove i raggi del sole difficilmente raggiungono, e ce ne sono altre che si trovano da qualche parte tra le due: sono le piante aeree. Ovunque un uccello o il vento depositino il seme, lì germoglierà, anche se si trova in un buco nel ramo di un albero.

Sono così curiosi che a poco a poco iniziamo a vederne di più nei vivai e nei negozi di giardinaggio, poiché, inoltre, non hanno bisogno di molta cura per sembrare carina.

Caratteristiche delle piante aeree

Le orchidee sono generalmente piante epifite

Phalaenopsis sull'albero.

Piante aeree producono semi che pesano pochissimo, motivo per cui possono essere trasportati dal vento fino ai rami più alti degli alberi, dove di solito germogliano. Infatti, nelle giungle e nei boschi, basta guardare in alto per rendersi conto di quanto sia incredibilmente efficiente produrre semi così leggeri.

Il tasso di crescita di queste specie varia e può essere veloce o piuttosto lento, a seconda non solo della genetica di ciascuna, ma anche delle condizioni della zona. Pertanto, quelli originari delle regioni tropicali umide tendono a crescere un po 'più velocemente di quelli provenienti dalle regioni aride o, al contrario, fredde.

Tipi di piante aeree

Per il semplice fatto che esistono molte varietà diverse, è stato interessante classificarle in base alle loro caratteristiche. Quindi, oggi sappiamo:

  • Piante aeree epifite: sono quelli che crescono sulle piante, ma senza danneggiarle in alcun modo.
  • Piante aeree litofitiche: sono quelli che crescono sulle rocce, sui tetti, ecc.
  • Piante aeree verdi: sono quelli che, come suggerisce il nome, hanno le foglie verdi. Provengono da luoghi dove l'umidità è molto alta.
  • Piante aeree grigie: sono quelli con foglie e steli grigiastri. Questi sono formati da piccole squame chiamate tricomi, che sono come peli complessi che si formano dall'epidermide delle foglie e hanno una vita molto breve. Le cellule che rimangono morte nei tricomi si riempiono d'aria; in questo modo riflettono la luce. Ma c'è di più: i tricomi assorbono l'umidità, quindi devi solo spruzzarli di tanto in tanto per farlo fiorire.

Si distinguono due tipi: le varietà a foglia verde e quelle a foglia grigia. I primi richiedono un clima temperato e una posizione ombreggiata per sopravvivere; questi ultimi invece vivono meglio esposti direttamente al sole.

Un fatto curioso è che queste piante hanno a malapena radici, solo quelli necessari per trattenere il luogo in cui sono germogliati.

5 nomi di piante aeree

Se vuoi sapere quali sono le piante aeree più conosciute, con le quali puoi avere una casa e anche un giardino davvero curioso, dai un'occhiata alla nostra selezione:

Hall avena (Billbergia nutans)

La Billbergia nutans è una bromelia epifita

Immagine - Wikimedia / David J. Stang

La Billbergia nutans È una bromelia perenne originaria del Brasile, Paraguay, Uruguay e Argentina, che vive sulle rocce; cioè, è litofita. Forma ciuffi di foglie lunghe e sottili, verde oliva, con una dimensione di 30-50 centimetri di altezza. Produce fiori raggruppati in infiorescenze.

Garofano dell'aria (Tillandsia ionanta)

Il garofano dell'aria è una pianta aerea

Immagine - Wikimedia / Mokkie

La Tillandsia ionanta È la pianta aerea per eccellenza, quella più conosciuta con quel nome: garofano dell'aria. È originario del Messico al Costa Rica, ed è caratterizzato dalla produzione di una rosetta di foglie con una dimensione da 6 a 8 centimetri di altezza. Queste foglie sono coriacee e sono lunghe da 4 a 9 centimetri. I suoi fiori sono raggruppati in spighe in gruppi fino a 3 unità e sono di colore lilla.

Epidendro (Epidendro paniculato)

L 'Epidendrum paniculatum è un'orchidea epifita

Immagine - Wikimedia / Orchi

L'Epidendrum è una grande orchidea epifita, che può superare i 4 metri. È originario delle umide foreste tropicali d'America. Sviluppa fusti come canne cilindriche e diritte, da cui spuntano tra le 18 e le 20 foglie, spesso con linee dal viola al rossastro.

Orchidea farfalla (Phalaenopsis)

La Phalaenopsis è un'orchidea epifita o litofitica

Le Phalaenopsis sono orchidee epifite, alcune litofite, originarie dell'Asia sud-occidentale, dell'Australia settentrionale e della Foresta Bassa del Perù. Le sue foglie possono essere sempreverdi o decidue, ma la maggior parte delle cultivar commercializzate sono generalmente sempreverdi. Possono raggiungere un'altezza di 40-50 centimetri in coltivazione e producono foglie normalmente verde scuro e un po 'coriacee. I suoi fiori sono raggruppati in infiorescenze laterali e ramificate, di colori molto variabili (rosa, bianco, giallo, rosso, bicolore, ...).

Vaniglia (Vaniglia planifolia)

La vaniglia è un rampicante molto ornamentale

La Vaniglia planifolia È un'orchidea epifita a portamento rampicante originaria del Messico e dell'America Centrale. Se ha un sostegno, può raggiungere un'altezza di oltre 4 metri, ed è caratterizzata dallo sviluppo di un fusto cilindrico, spesso fino a 3-4 cm, e di colore verde. Le foglie sono ellittiche-oblunghe o ovate-ellittiche, carnose e verdi. I suoi fiori sono raggruppati in infiorescenze, e sono bianchi, con una dimensione di 5-7 cm di lunghezza.

Cura delle piante aeree

Tillandsia di Oaxaca

Tillandsia di Oaxaca // Immagine - Wikimedia / KENPEI

Le piante aeree sono ottime per i principianti o per coloro che non hanno molto tempo per prendersi cura delle piante. Se vuoi sapere come prenderti cura di loro, ecco una guida alle cure di base:

  • irrigazione: dovrebbe essere moderato, utilizzando acqua piovana o priva di calce. Quelle sono piante aeree grigie, come tante Tillandsia, poiché hanno i tricomi, possono assorbire l'umidità più velocemente attraverso le foglie, motivo per cui devono essere spruzzati solo di tanto in tanto.
  • Abbonato: si possono pagare ma con fertilizzanti morbidi, come quello specifico per orchidee (in vendita qui), seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.
  • substrati: essendo piante aeree è importante che il substrato abbia un ottimo drenaggio. Per questo motivo, il substrato dell'orchidea viene utilizzato per il suddetto, o altri come la pomice.
  • Posizione: vanno posizionati in zone luminose, ma evitando il sole diretto. Se sono tenuti al chiuso, è importante che la stanza sia molto luminosa.

Interessante vero? Hai il coraggio di avere una pianta aerea? Come hai visto, sono un po 'diversi da quelli terrestri, quindi anche la loro cura è diversa. Ma vale sicuramente la pena conoscerli.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rebecca China Cortez suddetto

    Sarebbe bello se mettessero i nomi di ciascuna delle piante presentate in questo lavoro.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Fatto 🙂