5 consigli per coltivare piante commestibili in piccoli spazi

Piante commestibili in piccoli spazi

Di questi tempi avere un proprio orto per l’autoconsumo è un grande vantaggio e più che mai sta diventando quasi una necessità che sta creando nuove tendenze, modificando il nostro stile di vita. Coltivare in casa significa risparmiare sulla lista della spesa, senza dover rinunciare al buon cibo. Quindi, se anche tu sei tra quelli che ogni volta che vanno a fare la spesa al mercato si lamentano e trovano proibitivi i prezzi delle verdure e delle piante commestibili, forse dovresti leggere questo articolo. Perché condivideremo con voi 5 Suggerimenti per coltivare piante commestibili in piccoli spazi.

Non importa se non hai un grande pezzo di terra da coltivare in campagna. Anche nei piccoli letti di casa o, se hai una terrazza sul tetto, un patio o un piccolo giardino, puoi provare come ci si sente a guardare le proprie verdure crescere e prendersi cura. Logicamente, questo ha i suoi limiti, perché ci saranno specie che non potremo coltivare, poiché avranno bisogno di un minimo di spazio o di condizioni che non possiamo fornire dove viviamo. Ma sicuramente abbiamo molte altre opzioni di cui possiamo trarre vantaggio. 

Coltivare piante commestibili con successo 

Piante commestibili in piccoli spazi

Se mai avessi osato farlo coltivare piante commestibili in casa e hai fallito, forse è a causa degli errori che commettiamo molto comunemente. Ad esempio, hai sbagliato ad annaffiare e lo hai fatto in modo eccessivo oppure non hai avuto abbastanza acqua; Ti è mancata la luce e la tua pianta è mancata di luce o è stata bruciata dal sole diretto. Potrebbe anche accadere che mancassero sostanze nutritive, o che la pianta abbia subito qualche danno, ad esempio, se è stata esposta a terzi, che hanno messo mozziconi di tabacco, urina di cane o gatto, escrementi di uccelli, o qualche altra sostanza nociva che è finita impoverendolo. 

A volte il nostro fallimento è piantare piante che non sono adatte alle condizioni che possiamo fornire loro. O, semplicemente, che si tratta di specie dal ciclo vitale breve che, nel giro di pochi mesi, ci regalano tutto il loro splendore ma finiscono per morire. Perché anche le piante invecchiano e muoiono, anche se alcune specie vivono più a lungo di altre. 

Se questa volta vuoi osare coltivare piante commestibili in piccoli spazi e fallo con successo, tieni conto di questi 5 consigli e, poi, raccontaci come è stata la tua esperienza. 

1. Scegli le migliori piante commestibili per piccoli spazi

Non tutte le piante possono prosperare bene in spazi piccoli, ma altre se la passano bene. Quindi controlla l'elenco piante commestibili adatte a piccoli spazi e scegli quelli che ti sembrano più interessanti. 

L'elenco è ampio e spazia dalle piante aromatiche, che sono quelle più comuni da avere in poco spazio, ad esempio se lo si desidera coltivare piante commestibili in casa, anche alcune verdure come:

  • peperoni
  • spinaci
  • lattuga
  • ravanello
  • pomodori ciliegini
  • fragole
  • cocomeri
  • Fagioli verdi
  • piselli

Tra le piante aromatiche che puoi piantare nei mini spazi ce ne sono molte:

  • Il Basilico
  • Cilantro
  • menta verde
  • Rosmarino
  • Menta

Ce ne sono altri, ma questi sono i più semplici e praticabili da coltivare in piccoli spazi e che possono sopravvivere al meglio al nostro clima.

2. La giusta tecnica di coltivazione

Piante commestibili in piccoli spazi

Ci sono diversi tecniche di coltivazione e non tutti sono ugualmente adatti a tutte le specie di piante commestibili. Scopri bene quale delle tecniche è adatta alla coltura in questione e applicala. 

Considerando che il tuo spazio di coltivazione è piccolo, puoi ricorrere a trucchi con tecniche praticabili e, allo stesso tempo, salvaspazio. Ad esempio, hai la possibilità di giardini verticali per sfruttare al massimo i tuoi angoli in cui trasformarli giardini domestici

Tu stesso puoi progetta il tuo giardino o giardino verticale. Per fare questo si può optare per il riciclo, utilizzando le tabelle di legno riciclato, bottiglie di plastica per progettare fioriere sospese o anche torri per impilare i vasi verticalmente.

3. Fai buon uso dello spazio

Non si tratta solo di risparmiare spazio, ma di saperlo sfruttare al meglio, per cui alternare le piantagioni, esercitandosi rotazione delle colture. Prova a cambiare i tuoi raccolti ogni stagione e impara a piantare verdure o piante commestibili radici profonde insieme ad altre radici superficiali. In questo modo si massimizza l’utilizzo del suolo e si sfruttano al meglio i suoi nutrienti. Questa tecnica, conosciuta come “piantagione a strati”, è molto efficace e benefica per il terreno.

Se invece desiderate moltiplicare magicamente i metri del vostro piccolo giardino di casa per avere un posto dove riporre i vostri attrezzi, possiamo quasi dirvi che potete riuscirci. COME? È più semplice di quanto sembri, perché devi solo comprare o produrre contenitori multifunzionali, che servirà da tavolo o cassettiera per le vostre cose e da supporto per i vostri vasi da fiori.

4. Fondamentale: prendersi cura di ogni coltura

Piante commestibili in piccoli spazi

Dovrai conoscere bene ogni pianta e soddisfare le esigenze di ciascuna in termini di tipo di terreno, fertilizzante, irrigazione, illuminazione e temperatura. 

irrigazione

Scopri i metodi di irrigazione che hai a disposizione e che, anche se il tuo giardino è piccolo, puoi applicare in modo più o meno professionale, acquisendo gli strumenti o sviluppando un tuo sistema, anche se più rudimentale. 

Ad esempio, ci sono i irrigazione a goccia e autoirrigazione. Sono buoni metodi se, per qualsiasi motivo, non possiamo passare tutto il giorno aspettando di annaffiare. 

Luz

La luce è un altro fattore chiave affinché una pianta cresca sana e forte. Se il luogo in cui coltiverai piante commestibili in piccoli spazi non ne riceve abbastanza luce del giorno, nulla vieta di sostituirla con luce artificiale. Questo è ciò che Luci LED a spettro completo

Un altro trucco è posizionare superfici riflettenti per espandere la luce naturale ricevuta nella zona. 

Arricchisci il terreno del tuo raccolto

Non dimenticare nemmeno la necessità di farlo arricchire il terreno del tuo giardino urbano. Puoi farlo usando a compost fatto in casa e aggiungendo fertilizzante organico qualità. Si tratta di un investimento minimo che potrai più che recuperare quando avrai la tua pianta commestibile pronta per il consumo. 

5. Controllare parassiti e malattie

Non si trovano ad affrontare solo i grandi agricoltori parassiti e malattie nei loro orti, ma anche tu, nel tuo piccolo raccolto, potresti riscontrare questo problema. Osservare e prestare attenzione a sintomi come foglie gialle o deformate, che può indicare il mancanza di nutrienti o l'esistenza di malattie.

Macchie nere o marroni, che avvertono della presenza di funghi. E anche insetti di qualsiasi specie. Rimediate immediatamente, applicando un fertilizzante, modificando l'irrigazione o l'esposizione alla luce e applicando un insetticida biologico adatto al consumo, a seconda dei casi. 

Visto che parliamo di piante che mangerete, quello che potete fare è utilizzare dei rimedi naturali, mettendo sulla pianta la cipolla o l'aglio, che sono repellenti naturali. 

Con questi 5 Suggerimenti per coltivare piante commestibili in piccoli spazi, avrai la tua dispensa coperta, risparmierai denaro e diventerai l'agricoltore di te stesso. Perché è più semplice di quanto sembri, anche se richiede dedizione da parte tua. 


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.