Quando e come trapiantare le orchidee?

Le orchidee vengono trapiantate in primavera

Le orchidee Sono una delle piante più eleganti che di solito si trovano all'interno della casa. Per molti sono quelli che hanno i fiori più eleganti e decorativi, oltre che curiosi, a volte anche adottando forme animali.

Ma affinché possano crescere bene è necessario che li cambiamo di volta in volta. Devi sapere quando trapiantare le orchidee e come farlo correttamente. Pertanto, spiegheremo come e quando trapiantare le orchidee.

Quando trapiantare le orchidee?

Scopri come trapiantare le orchidee

Le orchidee Sono piante che iniziano a crescere in primavera, quando le temperature iniziano a salire da 10-15 ° C. Quindi, l'ideale è trapiantarli un po 'prima che accada, cioè, tardo inverno o inizio primavera, ogni due anni. In questo modo la pianta può riprendere la sua crescita senza problemi, man mano che l'ambiente diventa più caldo.

In alcune occasioni può essere più conveniente aspettare un po 'di più assicurati completamente che non ci sarà gelo in primavera. Dipende anche da dove abbiamo la pianta. Se è al chiuso, di solito è più protetto dal gelo e dagli sbalzi di temperatura.

Nel caso in cui viviate in una zona dal clima mite, dove non si verificano mai gelate, potete farlo in autunno, quando hanno terminato la fioritura.

Ci sono alcuni segnali che ci dicono quando trapiantare le orchidee. Non ci resta che guardare questi segni:

  • Una delle parti dell'orchidea che cresce di più sono le radici, quindi è comune osservare alcune radici che crescono sopra il substrato e fuori dal vaso. È qui che dobbiamo trapiantare le orchidee.
  • Può essere il caso di non avere molte radici fuori dal vaso ma puoi vedere che le radici occupano l'intero interno del vaso.
  • Si possono osservare radici molto deteriorate o secche e di un colore marrone. Ciò significa che deve essere trasferito in un piatto più grande.
  • Ci sono momenti in cui non è necessario cambiare la dimensione del piatto, ma potare le radici per poterle igienizzare. Per inciso, è anche consigliabile cambiare il supporto.
  • Le orchidee necessitano di un substrato leggero che permetta il passaggio dell'aria. Se inizia a rapprendersi, è normale che le orchidee debbano essere trapiantate attraverso il substrato degradato.

Come trapiantare le orchidee?

La prima cosa da fare è preparare ciò che verrà utilizzato, ovvero:

  • Vaso di fiori: deve essere incolore se l'orchidea è epifita e di plastica. Un'orchidea epifita è quella che ha radici aeree e non ha bisogno di essere nel terreno. In questi casi abbiamo vari meccanismi di irrigazione e varietà di orchidee epifite.
  • sottofondo: corteccia di pino se epifita, oppure fibra di cocco con torba nera mescolata in parti uguali se terrestre.
  • Annaffiatoio: con acqua piovana, o acidificata con limone (consiglio di aggiungere il liquido di mezzo limone a 1 litro del prezioso liquido).
  • Palline di argilla espansa o sinila: per migliorare il drenaggio. Il drenaggio è la capacità del suolo di assorbire l'acqua di irrigazione al giorno. Qualsiasi pianta che abbia un buon drenaggio è importante, specialmente quelle che non tollerano le pozzanghere. Con il drenaggio migliorato la pentola non accumulerà acqua.

Successivamente, verrà trapiantato come segue:

Orchidea epifita

  1. Immergere la pentola in acqua per 2 ore prima del trapianto.
  2. Togli la pianta dalla pentola.
  3. Rimuovere delicatamente qualsiasi supporto aderente.
  4. Riempi la pentola con uno strato di 1 cm di palline di argilla.
  5. Aggiungi il substrato.
  6. Pianta l'orchidea.
  7. Finisci di riempire la pentola con il substrato.
  8. E acqua.

Orchidea terrestre

  1. Metti uno strato di palline di argilla nella tua nuova pentola.
  2. Riempilo con un po 'di substrato.
  3. Scegli l'orchidea e piantala nel suo nuovo vaso.
  4. Finisci di riempirlo con il substrato.
  5. E acqua.

In questo modo, le tue orchidee possono continuare a crescere normalmente.

Caratteristiche dell'orchidea

Il trapianto di orchidee viene eseguito con cura

Le orchidee sono piante che hanno subito alcuni cambiamenti negli ultimi anni a causa di varie migrazioni e adattamenti dell'ambiente. Questi adattamenti hanno portato all'emergere di diverse varietà e ognuna ha un fiore con particolarità in ogni specie. Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche che risaltano in tutte ed è ciò che le fa appartenere allo stesso gruppo.

Le orchidee hanno tre sepali, due petali e un labbro che serve ad attirare gli insetti impollinatori che avranno il compito di espandere il loro potere. La forma delle orchidee consente alle api e ad altri insetti impollinatori di posarsi comodamente sui fiori. La sua struttura riproduttiva è formata da una colonna che funge da tutte le sue parti principali.

Per quanto riguarda il frutto delle orchidee questa è una capsula Contiene al suo interno molti semi di piccole dimensioni di fiore. Cosa gli permette di diffondersi rapidamente in un territorio. Attraverso questi adattamenti e modifiche per migliorare l'ambiente e la sua competitività con altre piante, è stata in grado di sviluppare tutti questi meccanismi di riproduzione.

Quando la pianta fiorisce, attira l'attenzione da allora lo stelo del fiore ruota di 180 gradi prima di aprirsi per esporre completamente il labbro agli impollinatori. Questo è noto come resupinazione ed è uno dei processi più curiosi che è stato documentato dai ricercatori.

A differenza di altri fiori sono produttori di nettare. Il nettare è una sostanza molto apprezzata da tutti gli impollinatori. Ciò garantisce alla pianta di poter avere una riproduzione quasi assicurata anche in situazioni avverse. Ciò significa che hanno bisogno di impollinatori per poter produrre semi ed espandersi nel loro territorio.

Questi sono i motivi per cui le orchidee hanno avuto tanto successo e si trovano quasi in tutto il mondo. Tuttavia, tienilo a mente ha bisogno di una certa cura e se vogliamo trapianto di orchidee Da un vaso all'altro bisogna fare attenzione al periodo dell'anno e al meccanismo di trapianto per non danneggiare la pianta.


Le Phalaenopsis sono orchidee che fioriscono in primavera
Sei interessato a:
Caratteristiche, coltivazione e cura delle orchidee

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Jacinto Martin suddetto

    Hey.
    Penso che ci siano altre domande da fare in futuro, ma la prima che mi viene in mente ha a che fare con l'acqua per l'irrigazione.
    Osservo sulla tua pagina che mi consigliate di annaffiare con acqua piovana o con acqua acidificata al limone e la mia domanda specifica non è altro che se quest'acqua possa essere sostituita con quella fornita da una società di distribuzione di acqua sorgiva: nello specifico, quest'acqua potabile che Quella l'azienda mi fornisce proviene da una sorgente situata sulla stessa montagna della sorgente Lanjarón a Granada, ed è davvero ottima acqua per il consumo umano. Mi chiedo se il suddetto elemento liquido di Granada sia altrettanto buono per i miei fiori. Ho dipladenie, orchidee, rose sivigliane, ibisco, miltonie, gazanie e lantane a casa.
    Ti ringrazio anticipatamente per la tua risposta.
    Saluti.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Jacinto.
      Sì, quell'acqua è molto buona per quelle piante. Puoi usarlo senza problemi 🙂.
      Saluti.

  2.   brenda suddetto

    Ciao, ho delle orchidee che sono fissate al tronco di un albero (nespola) e mi sto trasferendo e voglio portarle nella mia nuova casa, dato che erano di mia madre. Come dovrei tirarli fuori da questo tronco e trapiantarli in una pentola o in un altro tronco? Grazie mille. Ho solo questa settimana per farlo.
    saluti

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Brenda.
      Puoi separare le sue radici dal tronco a poco a poco e con attenzione, quindi piantarle in vasi di plastica trasparente con corteccia di pino.
      Saluti.

  3.   Ana suddetto

    Ciao, ho un'orchidea phalaenopsis da 2 anni. Il primo è fiorito senza problemi ma il secondo anno invece di fiorire è cresciuta una nuova pianta su ogni stelo del fiore. Ora lo vedo debole e sebbene siano spuntate 3 nuove radici, le altre si stanno deteriorando. So che l'estate non è un buon periodo per trapiantare, ma potresti provarlo per curare le radici e cercare di salvarlo? Cosa mi consigliate?
    saluti

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Ana.
      Piuttosto che trapiantarli, consiglierei di annaffiarlo con ormoni radicanti fatti in casa (qui spiega come ottenerli): questo lo aiuterà a emettere nuove radici, che gli daranno forza.
      Saluti.

  4.   Roseo herrera suddetto

    Ho un'orchidea selvatica che si trova su un tronco con il muschio e le foglie stanno ingiallendo e il muschio sta morendo, cosa posso fare ...?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Rosy.
      Quanto spesso lo innaffi? Il muschio è una pianta che ha bisogno di acqua quotidianamente, altrimenti inizia a seccarsi rapidamente.
      Per quanto riguarda l'orchidea, consiglierei di trasferirla in un vaso, con corteccia di pino, in quanto non ama avere le radici sempre bagnate.
      Saluti.

  5.   Felicità Trujillo suddetto

    Ciao. Sto esitando se trapiantare la mia orchidea, poiché sta crescendo una nuova foglia. Temo che il cambiamento fermerà la crescita della foglia, o sarà dannoso per l'intera. Attendo il tuo consiglio che seguirò alla lettera.
    Grato
    saluti

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Hello Happiness (bel nome, a proposito 🙂).
      No, non consiglio di trapiantarlo ora. Aspetta che finisca di sviluppare il foglio e poi puoi farlo.
      Saluti.

  6.   Maggio suddetto

    Ciao, quando trapianto la mia orchidea devo tagliare le radici secche, è perché ho paura che la mia orchidea muoia, ha nuove radici ma cresce verso la fine «aiutami«

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao maggio.
      Sì, puoi tagliare le radici essiccate con le forbici precedentemente disinfettate con alcol da farmacia.
      Saluti.

  7.   Elizabeth mamani suddetto

    Grazie per il tuo aiuto, sono nuovo nella coltivazione delle orchidee.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Grazie a te, Elizabeth

  8.   Ligia Sanchez E. suddetto

    Ciao! Non è importante il tempo per trapiantare l'orchidea? Apprezzo la risposta!

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Ligia.
      No non importa. Cerca solo di non esporre alla luce solare diretta. 🙂
      Saluti.

  9.   Monica suddetto

    Ciao. Ho un dendrobium nobile con un keiki, ma il bastone con cui ha avuto il capriccio di nascere è vecchio e piccolo e sta diventando giallo. Pochi giorni fa ho avuto 2 keiki e uno è morto. Ancora non grande. Ha 2 piccole radici e 2 foglie (erano 3 e ne ha persa una). Che cosa posso fare? Penso che le sue radici non siano molto sane ...

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Monica.
      Da quello che mi dici, sembra che anche questo keiki subirà la stessa sorte del primo. È possibile che la canna da cui è scaturita, essendo vecchia, non abbia la capacità di alimentarla come dovrebbe.
      Puoi provare ad aiutarla concimando l'orchidea con un concime specifico per queste piante, per vedere come va.
      Saluti.

  10.   Andrea suddetto

    Ciao! Ho la phalaenopsis da due anni e so che dovrei trapiantarla perché le radici stanno già uscendo ed è in un vaso molto piccolo. Il tempo per il trapianto è la fine dell'inverno, ma la verga fiorita sta uscendo. Potrò trapiantarlo comunque?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Andrea.
      No, se sta fiorendo, è meglio aspettare che finisca. 🙂
      Saluti.

  11.   Maria suddetto

    Ciao, sono nuovo nell'avere un'orchidea, me l'hanno regalata, pochi giorni fa, ha molti fiori e altri da aprire, la mia domanda è, non il cambio di vaso, fino al prossimo anno, deve essere in un vaso trasparente? a volte li ho visti in vetro. Ma siccome drena se sono in vetro, la radice può marcire. ' Quante volte al mese vengono annaffiate e con l'acqua in bottiglia va bene o deve essere con un'acqua speciale? Grazie.

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Maria.
      Sì, puoi cambiarlo in un vaso con i buchi l'anno prossimo, quando non fiorisce. Se è in vetro, le radici marciscono.
      Per quanto riguarda l'irrigazione: bisogna annaffiare quando le radici sembrano bianche, ad esempio con l'acqua in bottiglia, ma mai con l'acqua che ha molto calcare.
      Saluti.

  12.   Adelino Caridade suddetto

    Boa noite come le orchidee minhas hanno molti insetti forse piolho gostava di sapere o che divora fazer obrigado

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Adelino.
      Puoi rimuoverli con un panno imbevuto di alcol da farmacia 🙂
      Saluti.

  13.   Gin Agui suddetto

    Ho un'orchidea che ha già caduto tutti i fiori, ha solo due bastoncini rimasti, quando aveva i fiori aveva un bocciolo su ogni bastoncino ma a quanto pare si sono asciugati e non si sono verificati, ha 5 foglie molto verdi, la mia domanda è. Dopo quanto tempo rifioriscono, o nel mio caso le canne sono già asciutte, mi consigliate di mettere un po 'di fertilizzante su di loro? Grazie, aspetto i tuoi commenti. Saluti!
    ,

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Gyn.
      Le orchidee di solito fioriscono una volta all'anno.
      Se hai le foglie verdi, è solo questione di aspettare 🙂
      In ogni caso potete concimarlo con un concime specifico per orchidee seguendo le istruzioni specificate sulla confezione. Lo troverai in vendita nei vivai.
      Saluti.

  14.   Esteban suddetto

    Ciao Monica,

    abbiamo un'orchidea Phalaenopsis e molti dubbi a riguardo:

    - Foglie del tronco: dovrebbero essere tagliate ad un certo punto (esempio: quando si cambia il substrato)?
    - Rami parte superiore: dai fusti verticali altri sono nati precedentemente nella parte superiore in modo trasversale. Ora che non ci sono fiori, è possibile tagliare questi rami per togliere peso alla pianta e far germogliare i fiori dove erano all'inizio? Le aste che guidano gli steli principali devono sostenere sempre più peso.
    - Substrato: tu indichi un cambio di supporto ogni 2 anni, lo abbiamo fatto l'anno scorso ma senza aggiungere argilla, ci consiglieresti di rifarlo anche quest'anno?

    Grazie mille in anticipo per il tuo aiuto.

    Con i migliori saluti,
    Maria ed Esteban

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Esteban.
      Ti dico:
      -Non tagliare alcuna foglia, tranne se è malata (morbida, marcia o completamente asciutta).
      -Non consiglio di potarla. Gli toglieresti la forza avendo meno foglie verdi 🙂
      -Da quello che mi dici, sicuramente hai una bella pianta, quindi non è necessario modificare il substrato.

      Se sorgono nuove domande, sono qui.

      Saluti.

  15.   Rosa Maria Rius Gil suddetto

    Se la mia orchidea ha una foglia gialla, che cos'è?

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Rosa Maria.

      Se sono le foglie inferiori, le più vecchie, è normale che diventino gialle.
      Ma se sono i più nuovi, è perché c'è un problema con l'irrigazione.

      Quanto spesso lo innaffi? qui c'è una guida alla cura delle orchidee nel caso in cui possa aiutarti.

      Saluti!

  16.   Gustavo suddetto

    Ciao, abito a Buenos Aires in una fattoria dove c'è il gelo circa 10 anni fa, ho diviso due bulbi da un grande vaso (50 cm di diametro per 50 cm di altezza) con orchidee che ho trapiantato in un vaso delle stesse dimensioni (che non è mai più trapiantato e dà due canne all'anno in questo periodo (durano un mese). Ho fatto un'altra divisione con le nuove piante che ha dato e ho messo insieme nuovi vasi di 20 per 20 cm, hanno dato foglie e mai sbocciato Le mie domande sono 1) Come posso rinnovare il substrato del vaso grande? 2) 'Cosa posso fare con quelli che sono in un vaso piccolo e non sono ancora fioriti 3)' Devo continuare a dividere i bulbi? Grazie mille per le informazioni fornite sopra e nei commenti, sono molto chiare.- Un abbraccio, virtuale per la lontananza e la pandemia.-

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Gustavo.

      Ti rispondo:

      1.- Se l'orchidea sta bene in quel vaso, sconsiglio di rinnovare il substrato. Quello che puoi fare è concimarlo, con un concime specifico per orchidee seguendo le istruzioni sul contenitore. In questo modo non ti mancheranno i nutrienti.

      2.- Pazienza 🙂. Le piante, anche se sono sorelle o figlie degli stessi genitori, sono un po 'diverse l'una dall'altra: alcune crescono più velocemente di altre, o fioriscono più tardi ... Anche in questo caso, il compost di orchidee può aiutare.

      3.- Ciò dipenderà dalle dimensioni dell'orchidea. Se vedi che è cresciuto molto e ti dà l'impressione che abbia occupato l'intero vaso in cui si trova, allora è consigliabile separare i bulbi.

      Se hai altre domande, contattaci.

      Un abbraccio 🙂

  17.   Maria Rosa Pereyra Galban suddetto

    L'orchidea che voglio separare dalla pianta madre è attaccata al fusto e ha 3 radici aeree. Come dovrei farlo? È meglio separarlo o lasciarlo così com'è.Grazie