Quando e come seminare i semi di lino? Tutti i passi da fare

seminare semi di lino

Hai mai desiderato piantare semi di lino ma non hai osato perché non sapevi se li avrebbero catturati, cresciuti o addirittura sapevi come coltivarli? Non preoccuparti, non saresti il ​​primo ad avere dubbi.

Così, se vuoi goderti la biancheria (oltre la coltivazione commerciale e sì come decorativo) qui ti daremo tutte le chiavi di cui devi tenere conto affinché abbia successo e, soprattutto, affinché tu abbia un vaso o un campo pieno di fiori blu pallido. Hai il coraggio?

Quando viene piantato il lino?

semi di lino

La prima cosa che devi sapere sui semi di lino è quando dovresti piantarli. Nel caso tu non sappia molto Questa pianta è annuale. il che significa che nasce, cresce, fiorisce e poi muore. Con un po' di fortuna, i semi dei fiori cadono a terra e, in primavera, germogliano dandoti di nuovo più lino.

Non sono piante che crescono molto, possono crescere fino a un metro di altezza, ma la cosa più bella di loro sono i loro fiori.

E, naturalmente, ottieni i semi da loro. Questo è meglio piantarle dopo il freddo, cioè intorno a febbraio o marzo, che è quando tutto inizia a svegliarsi. Sono molto facili da coltivare e ancora più facili da propagare, quindi non pensiamo che avrai problemi con loro. Naturalmente, durano solo tra 130 e 150 giorni (il loro intero ciclo).

I passaggi per piantare i semi di lino

coltivazione del lino

Ora che hai un'idea di quando dovresti piantarli e alcuni fatti curiosi sul lino, descriveremo in dettaglio il passi che dovresti prendere in considerazione quando pianti i semi di lino.

Prepara il luogo in cui pianterai

Prima di tutto, dovresti aver determinato il luogo in cui pianterai i semi di lino. Questo è importante per due ragioni:

  • Da un lato, perché per coltivare il lino avrà bisogno di molto sole diretto. Se le metti in una zona semi-ombreggiata crescerà sì, ma non tanto quanto al sole. E all'ombra, sebbene possa crescere, difficilmente si svilupperà (e avrai più difficoltà a farla fiorire).
  • D'altra parte, perché ha bisogno di un terreno molto nutriente per crescere. Il lino è una pianta che ha bisogno di un buon terreno per germogliare. Pertanto, se il tuo terreno è argilloso, dovrai arare molto per evitare di avere zone molto compatte (cosa che odia e non tollera affatto). Quando si sceglie un buon terreno, è meglio optare per quelli sabbiosi.

E, naturalmente, tieni il compost o i fertilizzanti a portata di mano perché il lino è molto esigente in termini di nutrienti che dovrai aggiungere durante la stagione vegetativa in modo che si sviluppi forte e possa fiorire.

Prepara i semi

Se hai già acquistato semi di lino, o se li hai messi da parte dalla scorsa stagione, ci sono alcuni professionisti che, per attivarli e germinare più velocemente, li mettono in un bicchiere d'acqua per 24 ore per idratarli e allo stesso tempo "svegliarli".

Nel tuo caso puoi fare lo stesso, oppure puoi piantarli direttamente nel terreno.

Come piantare i semi di lino

campo di lino

Hai già il seme e la terra dove li pianterai. Come vi abbiamo detto prima, potete farlo in giardino (nella terra) o in vaso. Ora, come piantarli?

Sappiate che i semi sono piccoli e sottili, quindi, come accade per la coltivazione dei pomodori, non vanno nascosti troppo in profondità, ma è bene buttarli a terra e ricoprirli molto leggermente con esso per evitare che uccelli o altri animali li prendano.

Quindi, con una bomboletta spray con acqua e fertilizzante, dovresti spruzzare acqua per inumidire il terreno. Tieni presente che il lino è una pianta a cui piace il terreno umido, ma non tollera né l'eccesso né la carenza d'acqua. Quindi dovrai controllare all'inizio per sapere qual è il periodo ideale per le tue piante.

In genere si annaffiano solitamente una volta alla settimana, sempre dal basso in modo che l'acqua non cada sulla chioma.

Man mano che crescono, dovrai eliminare quelle piante che vedi più deboli, o che non finiscono di spuntare.

Un aspetto importante che consigliamo è quello segnare una buona separazione tra le piante. Normalmente si consiglia di lasciare uno spazio di circa 30 centimetri tra le piante in modo che possano svilupparsi correttamente. Certo, il lino non è una pianta che sviluppa molte radici, sono piuttosto corte.

Inoltre, di volta in volta dovresti potare il lino in modo che l'aria circoli in tutta la pianta. Ciò impedirà anche la comparsa di malattie e parassiti.

Quale cura è importante

Infine, ora che hai piantato i semi di lino, non ti resta che aspettare che germoglino, crescano e fioriscano. E per questo è importante dargli le cure di cui ha bisogno. Nello specifico:

  • Troppo sole. Più sole ricevono, meglio è per la pianta.
  • Irrigazione adeguata. Né più né meno. Per questo dovrai adattarti alle esigenze della tua pianta (perché dipenderà dal tempo, dalla temperatura...).
  • Abbonato. Durante la stagione vegetativa questo è molto importante, così come in fioritura.
  • Potatura. Per poterlo far respirare e allo stesso tempo sanificarlo con piante più deboli, che muoiono o che impigliano la pianta stessa.

raccogliere il lino

Più o meno alla fine dell'estate si raccoglie il lino. Più precisamente per raccogliere i frutti, delle palline che risulteranno di colore verde scuro e che, pressate un po', si apriranno e lasceranno uscire un liquido oleoso. Questo è abbastanza apprezzato. Ma quello che non saprai è che più a lungo viene lasciato maturare, migliori saranno i semi per il prossimo anno.

A parte la frutta steli di lino sono anche usati per fare tessuti. Questi vengono solitamente raccolti quando è completamente maturo. Tuttavia, se ciò che si desidera è produrre fibra, questa viene tagliata durante la fioritura.

Come vedi, piantare semi di lino non è affatto difficile e potresti farlo nel tuo giardino per goderti dei bellissimi fiori blu. Inoltre, essendo così facile da propagare, non avrai problemi in modo che, l'anno successivo, potrai continuare a goderti la pianta. Certo, attenzione se c'è molto vento perché potrebbe far disperdere i semi e alla fine avreste del lino in più parti dell'orto.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.